Finanza & Mercati

Rolls-Royce taglia 4.600 posti. Piano piace agli investitori,…

  • Abbonati
  • Accedi
borsa londra

Rolls-Royce taglia 4.600 posti. Piano piace agli investitori, sale il titolo

Il piano di riduzione dei costi di Rolls-Royce, una «ristrutturazione fondamentale» che, come ha spiegato l'azienda, passa anche per la soppressione di 4.600 posti di lavoro, piace agli investitori, che premiano il titolo con un'ondata di acquisti. Nella prima parte della seduta a Londra, le azioni della società, che produce motori e sistemi energetici, sono arrivate a guadagnare il 3,5%, nettamente meglio del listino di riferimento, in calo (segui qui l'andamento del Ftse 100).

Rolls-Royce ha fatto sapere che la maggior parte dei tagli si concentrerà nel Regno Unito, dove la società ha 23.000 dipendenti su un totale mondiale di 50.000, e un terzo delle persone lascerà l'azienda entro il 2018. La ristrutturazione costerà 500 milioni di sterline, ma ne farà risparmiare 400 l'anno al gruppo da qui al 2020. Warren East, amministratore delegato di Rolls-Royce, aveva proposto i tagli a marzo, senza però dare indicazioni sui numeri e, dopo avere consolidato divisioni, ha cercato altre vie per rimettere i conti della società in carreggiata. Secondo Sandy Morris, analista di Jefferies, «la quantità di tagli indica che per quasi un decennio la società ha operato con un eccesso di burocrazia e che la ristrutturazione cerca di porvi rimedio». Dopo i profit warning del 2014 Rolls-Royce ha già tagliato oltre 5.000 posti di lavoro, risparmiando circa 250 milioni di sterline.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

© Riproduzione riservata