Finanza & Mercati

Nasce IMPact, la Sim di Artoni, Spinola e Mach

  • Abbonati
  • Accedi
Risparmio Gestito/ Nuovi attori

Nasce IMPact, la Sim di Artoni, Spinola e Mach

Da tempo era stata annunciata una separazione consensuale. Ma da oggi il divorzio è definitivo. La Consob ha autorizzato all’attività ImPact, la Sim creata da Fausto Artoni, Gherardo Spinola e Stefano Mach, alcuni degli storici gestori di Azimut (Spinola era arrivato nel 1991, Artoni nel 1998 e Mach nel 2008). I tre professionisti, insieme ad altri colleghi, tecnicamente tra qualche giorno non saranno più dipendenti della società ma continueranno a collaborare con il mondo Azimut. La separazione è stata infatti pacifica e i money manager continueranno a gestire ed ad avere l’advisory su alcuni dei prodotti più di successo della società fondata da Pietro Giuliani .Tra questi il fondo Trend Equity globale oppure quello sull’Italia, senza trascurare tutti i fondi flessibili, gli ibridi e la gamma dei fondi corporate lanciati negli ultimi 10 anni. Complessivamente il team di IMPact continuerà a gestire fondi per oltre 10,5 miliardi, una parte molto rilevate del patrimonio dei fondi a marchio Azimut.

Da Azimut a IMPactSim. Stefano Mach, dal 2008 in Azimut con il ruolo di senior fund manager, ha ricoperto varie posizioni all'interno dell'organizzazione come membro del comitato investimenti e consigliere di amministrazione di Azimut Holding e Azimut Sgr. Sarà lui l’amministratore delegato di IMPact. Presidente della società sarà invece Fausto Artoni, dal 1998 co-direttore degli investimenti di Azimut e gestore advisor di fondi flessibili e del fondo specializzato in azioni italiani (è stato anche membro del comitato investimenti e consigliere dell' amministrazione di Azimut Holding e Azimut SGR). Infine, responsabile degli investimenti sarà Gherardo Spinola arrivato in Azimut dal 1991 come gestore del fondo bilanciato e poi dal 1993 del nascente fondo Trend, primo comparto flessibile italiano. Durante il suo percorso in Azimut Sgr, ha ricoperto le cariche di consigliere d'amministrazione di e co- direttore investimenti con una forte specializzazione nell'azionario internazionale. Sempre da Azimut sono arrivati Luca Lionetti, Alessandro Tonni e Dario Longobardi, money manger di esperienza specializzati in diverse aree.

Dalla gestione alla consulenza. Quale è l’obiettivo di ImPact? «La nostra idea è quella di dare un impatto positivo al risparmio degli italiani - spiega l’ad Stefano Mach - ma abbiamo anche una visione diversa sulla distribuzione degli utili societari con un ’ottica al sociale. Per ora in questa prima fase ci occuperemo soprattutto di gestire i fondi che abbiamo in delega di gestione. Come Sim siamo stati autorizzati anche alla consulenza in materia di investimenti e al collocamento che in futuro svilupperemo».

© Riproduzione riservata