Finanza & Mercati

AT&T scommette sulla realtà aumentata

  • Abbonati
  • Accedi
Hi-tech

AT&T scommette sulla realtà aumentata

Il colosso delle tlc americane AT&T si è unito agli investitori nel round per finanziare una startup che sta lavorando a un dispositivo innovativo per la realtà aumentata. La startup si chiama Magic Leap. Nell’ultimo round chiuso a marzo ha raccolto 963 milioni di dollari. Da quando è stata fondata il conto della raccolta ha raggiunto la cifra considerevole di 2,3 miliardi di dollari. E portato il valore della startup della realtà virtuale oltre i 6 miliardi di dollari. Con finanziatori molto noti, i principali operatori globali dell’hi-tech, fondi sovrani e grandi banche: dai gruppi americani, come Alphabet, la holding che controlla Google, a Qualcomm, alla Warner Bros di Time Warner, alle banche come JpMorgan. Fino al gruppo cinese di Jack Ma Alibaba, a Temasek Holding, fondo di investimenti del governo di Singapore, e al fondo sovrano saudita Pif e al suo visionario principe Mbs, il giovane Mohammed Bin Salman.

Magic Leap ha sviluppato un visore portatile, leggero e indossabile, che crea oggetti virtuali realistici che si fondono perfettamente con oggetti reali se visualizzati attraverso le cuffie del primo dispositivo denominato Magic Leap One, che verrà distribuito in esclusiva da AT&T prima della fine dell’anno. A partire dai suoi store di Atlanta, Boston, Chicago e Los Angeles e San Francisco per poi allargarsi gradualmente a tutti gli Stati Uniti.

«Questa tecnologia avanzata consente al nostro cervello di elaborare in modo naturale gli oggetti digitali nello stesso modo in cui realizziamo oggetti reali, rendendoli comodi da usare per lunghi periodi di tempo», scrive in una nota Magic Leap. Che ha sviluppato in questi anni segretamente le sue tecnologie , mentre Facebook lanciava il suo visore per la realtà aumentata Oculus.

Magic Leap One è un visore per la realtà aumentata che si collega a un piccolo computer portatile che può essere legato in vita a una cintura. Mentre i visori per la realtà virtuale in commercio finora devono essere collegati a un pc molto potente per poter funzionare.

AT&T ha definito l’accordo «un rapporto commerciale e un investimento esclusivo per gli Stati Uniti», anche se non ha fatto sapere quanto ha investito nella startup. Quando alla fine dell’anno Magic Leap One sarà disponibile, i clienti di AT&T saranno i primi a poterlo provare nei suoi punti vendita. Magic Leap ha anche un accordo con Nba, per un progetto che permetterà di vedere le partite attraverso il visore, e con la LucasFilm la società del gruppo Disney che produce i film e i prodotti legati alla saga di Star Wars.

© Riproduzione riservata