Food24

Belli, utili, sempre attuali. I grandi pezzi del food design:…

Notizie

Belli, utili, sempre attuali. I grandi pezzi del food design: conservateli con cura un giorno potrebbero finire all'asta

Guardateli bene, alcuni sono noti, fanno parte del nostro panorama domestico, altri risalgono ai felici anni Cinquanta e Sessanta. E sono stati premiati in tutto il mondo, hanno popolato film famosi, sono stati pubblicati sulle riviste cult. Tutti  sono  Made in Italy, sono belli e sempre attuali . Fanno parte, insieme ad altri (circa mille) della Collezione Triennale Design Museum di Milano e costituiscono la storia dell’innovazione stilistica e tecnologica dell’Italia del dopo guerra, dagli anni Cinquanta sino ad oggi.

In mostra alla Villa Reale di Monza

Guardateli bene e, se ne avete alcuni, teneteveli cari perché, come molti altri oggetti della cucina e della tavola italiane, entreranno a far parte della storia del design mondiale. Alcuni, non più prodotti,  vengono battuti nelle aste internazionali  di modernariato. E da domenica 14 dicembre una selezione di 200 pezzi iconici verrà esposta nel panoramico Belvedere della restaurata  e spettacolosa Villa Reale di Monza per la mostra “La Bellezza Quotidiana. Un percorso nella Collezione Permanente del Design Italiano” a cura di Silvana Annichiarico e alla presenza di Maurizio Lupi, ministro delle Infrastrutture.

Il design per la tavola e per la cucina costituisce in questo percorso la tappa più importante, con un’eleganza senza pari che rende, per esempio l’agitatore per cocktail Alessi del 1957 di una modernità senza tempo, perfetta. O la Mini Kitchen del 1963 di Joe Colombo per Boffi ben più funzionale e bella di qualsiasi altra attuale proposta analoga di questi anni. In tavola e in cucina, sin da allora, ed esposti nelle vetrine scintillanti de La Rinascente – sponsor fondatore  del mitico Compasso d’Oro – c’erano caffettiere Moka, bollitori, bicchieri, piatti, apribottiglie firmati dai grandi nomi del design italiano, quasi tutti venduti a prezzi certamente non stratosferici come quelli di oggi.

Compasso d’Oro al food design

E a siglare questo matrimonio perfetto tra il cibo e il luogo per eccellenza del cibo, la cucina, l’Adi, Associazione  per il Disegno Industriale, presenta la prima edizione del Compasso d’Oro Internazionale dedicata al tema Design for Food and Nutrition che premierà, in occasione di Expo 2015, i prodotti e i servizi  più innovativi nelle tecnologie e nell’ecosostenibilità.

© Riproduzione riservata