Food24

Cucina del territorio nell'albergo diffuso dei "rascard"

Luoghi

Cucina del territorio nell'albergo diffuso dei "rascard"

Le salse francesi? Da dimenticare. I turisti stranieri che, sempre pi di frequente, sostituiscono gli italiani sulle Alpi nostrane, stanno anche imponendo un cambiamento dei menu. E l’Hotellerie de Mascognaz, in Valle d’Aosta, si adeguata puntando su una cucina altrettanto saporita e curata, ma pi leggera. Gli ospiti, in arrivo dall’Europa del Nord o dall’Estremo Oriente, chiedono meno carni rosse e pi verdure e il direttore dell’Hotellerie ha provveduto puntando non sul km zero, ma sul Km 1.
Perch la produzione valdostana di verdure, ortaggi, legumi e frutta limitata. Dunque Clemente si rivolto al confinante Canavese che, d’altronde, faceva parte della provincia di Aosta quando quest’ultima era inserita nel Piemonte.


Cos – a fianco delle carni valdostane e piemontesi che restano comunque parte integrante dei menu – diventano sempre pi frequenti le proposte di sfogliatine ai funghi, di zuppe d’orzo con verdure e formaggio locale, di tris di verdure ripiene al gratin. Cos come – a fianco dei dolci locali pi tipici – figurano dessert a base di frutta, dalle pesche con gli amaretti agli strudel alla cannella, alle costruzioni di frutta con crema alla vaniglia.
Lo stesso vale per le grigliate. Non mancano, ovviamente, quelle a base dei vari tipi di carne rossa. Ma sono soprattutto gli stranieri a chiedere grigliate di verdure. Magari con dei compromessi che prevedono costine di maiale affiancate da verdure e toma.
L’importante garantire sempre la qualit, in questo locale ricavato in un antico borgo Walser a quasi 2mila metri di quota. Tutti i rascard (le costruzioni tipiche) che compongono il borgo, e che sono stati trasformati in una sorta di albergo diffuso, sono stati recuperati mantenendo le caratteristiche originali. La qualit delle strutture diventa parte della qualit dell’ospitalit, come la qualit della ristorazione. Che cerca di conciliare la tradizione – dalla polenta alla zuppa valpellinentze, dalle crespelle alle trote dei torrenti valdostani – con l’innovazione e con gusti che sono mutati nel tempo. Gli gnocchi al rag di selvaggina possono cos figurare a fianco della vellutata di ceci con olio abruzzese, la quaglia con prugne e zucchero di canna a fianco della cocotte di fonduta ed uovo emulsionato.
L’importante non appesantirsi troppo, perch le montagne intorno a Mascognaz attendono solo di essere conosciute, percorse, amate. Prima di un bagno ristoratore nella piscina dell’Hotellerie.

© Riproduzione riservata