Food24

1000 libri, due quintali di parole: la colletta del Banco Alimentare al…

Locandina

1000 libri, due quintali di parole: la colletta del Banco Alimentare al Salone del Libro (perché “Non di solo pane vive l’uomo”)

Salone del libro
Salone del libro

“Non di solo pane vive l'uomo”. E se a dirlo è il Banco Alimentare, che quotidianamente raccoglie e distribuisce cibo per i bisognosi, sicuramente è vero. Per questo è particolarmente importante e utile il progetto - che porta questo titolo - con cui il Banco Alimentare del Piemonte quest'anno si presenta al Salone del Libro di Torino, dal 18 al 22 maggio.

Accanto al recupero e alla ridistribuzione quotidiana di alimenti messi a disposizione delle persone in difficoltà - ben 6.325 tonnellate di cibo nel 2016 - il Banco, grazie all'appoggio di GL Events Italia e della Fondazione per il Libro, in collaborazione con il quotidiano La Stampa, si pone un nuovo obiettivo: raccogliere 1.000 libri da offrire ai poveri che parteciperanno alla Cena a Mille tra Natale e Capodanno.

Sei anni fa la Cena a Mille è nata per sottolineare, come scrive Padre Enzo Bianchi, che aldilà del necessario soddisfacimento di un bisogno vitale: “Mangiare insieme, spezzare il pane è condividere, convivere, sentirsi una persona fra altre persone”.

Perché Non di solo pane vive l'uomo.

Proprio per contribuire a sentirsi persona fra le altre persone, il Banco Alimentare con questa iniziativa vuole evidenziare che i bisogni dell'individuo anche quando si trovi in condizioni di svantaggio sociale, di indigenza, di emarginazione, coinvolgono tutta la persona, quindi non soltanto occorre nutrire il corpo, ma anche la mente e lo spirito.

Sul modello della tradizionale “Colletta” annuale, nello stand T17 del Banco Alimentare presso il Padiglione 3 del Salone del Libro, sarà dunque possibile partecipare alla creazione di questa nuova comunità che associa lettori, autori, editori con chi è ai margini e rischia di sentirsi escluso “tenuto fuori dalla porta” per la sua condizione di bisogno estremo.

Ogni giorno i volumi raccolti, acquistati al Salone o portati dai visitatori, verranno contati e pesati su una grossa bilancia, con l'obiettivo di raccogliere mille volumi, pari a circa due quintali di parole, emozioni, idee, storie, pensieri, che serviranno a “condire” la Cena a Mille, ricordando a noi tutti le parole di Flaubert: “Leggete per vivere”.

© Riproduzione riservata