Food24

La Grappa regina della mixology negli Usa

Storie di eccellenza

La Grappa regina della mixology negli Usa

Una competizione tra bartender negli States focalizzata sulla grappa e una donna, romana di origine ma forte di esperienze internazionali, capace di imporsi con un cocktail dalla personalità spiccata. Tutto questo è Gra'it Challenge, il contest lanciato dalla padovana Bonollo con un obiettivo preciso: portare il distillato di bandiera a confrontarsi con vodka, gin e rum nel mercato che ha la migliore competenza nella mixology. A partire da una grappa speciale.

Un contest per sola Grappa
Gra'it Challenge - presentata dalle Distillerie Bonollo come la prima competizione al mondo con protagonista la Grappa - è stata organizzata negli Stati Uniti, culla mondiale del bartending, in collaborazione con la United States Bartenders' Guild (USBG). E l'obiettivo ambizioso è “una vera rivoluzione culturale” che diventi tendenza.

Miami, NewYork, Los Angeles, Austin e Chicago sono le 5 tappe toccate dalla Challenge, dove si sono sfidati 50 concorrenti. Tre finalisti per ogni tappa si sono poi sfidati nella finale di Miami, dove sono stati scelti i 7 vincitori della Challenge. Alcuni locali tra i più cool d'America, i bartender di tendenza e tanto pubblico (oltre 10.000 persone) hanno accompagnato il road show di Gra'it negli Stati Uniti.

Gra'it sbarcherà in autunno in alcuni locali in Italia, con un Alchemy Tour che porterà i bartender d'oltreoceano a compiere un viaggio attraverso esperienze uniche nello stile di vita italiano e nella storia che permea la penisola. E a scoprire quell'alchimia di design, moda, cucina, paesaggi unici e naturalmente di eccellenza distillatoria di cui potranno diventare ambasciatori negli USA.

The winner is... Giorgia Crea
È una donna ed è italiana la vincitrice della Gra'it Challenge. Il suo nome è Giorgia Crea e con il suo A Care Affair ha conquistato il favore della giuria tecnica, composta da Camper English, Julie Reiner, Fabio Raffaeli, Cesar Diaz e Nick Nistico, nella finale al Byblos di Miami Beach. Insieme a lei si sono sfidati 14 bartender tra i più talentuosi del nuovo continente: Hector Acevedo, Franky Marshall, David Bonatesta, Meredith Barry, Ryan Wainwright e William Benedetto.

A dominare su tutti è stata la femminilità e l'abilità della capobartender del Zucca a Coral Gables, in Florida.

La passione di Giorgia è sbocciata durante il periodo universitario, quando lavorava in un cocktail bar, innamorandosi giorno dopo giorno dell'alchimia racchiusa nella mixology.

Dopo aver lavorato nella capitale UK al The Bassoon Bar del Corinthia Hotel 5 *Luxury, affinando le tecniche di bartending fino ad entrare nel team Hush Brasseries Mayfair con posizione di Supervisor, è volata a Miami per amore e per lavoro.

La grappa pensata oltre la purezza
I cultori della Grappa ne apprezzano la natura complessa e la forza di un prodotto storicamente concepito per essere degustato in purezza. Anche per questo sono pochi i bartender in grado di utilizzarla con padronanza nel bere miscelato e proprio da Padova hanno deciso di lanciare la sfida ai mixologist, progettando una grappa speciale pensata ad hoc.

Nasce così dalla R&D di Bonollo la nuova Gra'it, miscela di sette delle migliori varietà di grappe: Barolo (Nebbiolo), Moscato d'Asti, Aglianico, Brunello (Sangiovese), Prosecco (Glera), Amarone (Corvina), Nero D'Avola. Gra'it è un distillato fedele alla tradizione, ma dal punto di vista organolettico il blend è studiato per accostarsi in modo equilibrato ad altri ingredienti per la realizzazione di cocktail, conferendo gradevolezza al risultato finale e diventandone l'ingrediente caratterizzante.

L'eccellenza produttiva che la distilleria padovana ha voluto racchiudere in Gra'it ha permesso di ottenere una grappa dal carattere ricco e morbido, ma anche versatile in quanto capace di abbinarsi con altri distillati e ingredienti per creare cocktail innovativi.

Per descrive il contributo di innovazione e creatività che Gra'it vuole portare nella mixologia mondiale, in Bonollo usano il termine Alchemixology, l'alchimia nel bicchiere che sfida i bartender.

Gra'it - che in inglese si legge “great” - ha già ottenuto il massimo riconoscimento della doppia medaglia d'oro alla Spirits Tasting Competition, la degustazione cieca che mette in competizione spirits da tutto il mondo, organizzata nell'ambito della 73. edizione della WSWA convention negli Usa. E ancora il cocktail L'Italiano del mixologist Davide Borgia, preparato solo con ingredienti italiani utilizzando come spirit la grappa Gra'it, si è aggiudicato il People's Choice Award della Call for Cocktails Competition.

© Riproduzione riservata