Food24

Cambio della guardia a Pommery: Clément Pierlot nuovo chef de cave

Vino

Cambio della guardia a Pommery: Clément Pierlot nuovo chef de cave

Clément Pierlot - photo Michel Jolyot
Clément Pierlot - photo Michel Jolyot

Cambio della guardia alle cantine Pommery. Dopo 25 anni lascia lo chef de cave Thierry Gasco, che viene sostituito da Clément Pierlot. Pierrot sarà il decimo chef de cave della prestigiosa maison di champagne.Preceduto nella sua attività dal Principe Alain de Polignac, cui si deve la Cuvée Louise Brut, Rosé e l'Apanage, Thierry Gasco nei 25 anni di esperienza nelle cave di Reims ha lasciato il segno con creazioni quali Les Clos Pompadour, Pop, Blue Sky, Seasonals, Cuvée Luise Nature, tutti champagne signature della maison.

Il suo successore Clément Pierlot è da sempre appassionato e studioso di agronomia e di tutto ciò che concerne la vigna e il suo ecosistema. Dopo aver completato gli studi secondari in Sciences de la Vie et de la Terre a Reims, nel 1999 entra a SuperAgro di Montpellier per poi proseguire le prime esperienze in Canada e in Italia. Nel 2002 consegue il Diploma Nazionale di Enologia dopo un'esperienza di ricerca sulla pressatura champenoise al Comité Champagne presso il quale lavora fino al 2003 come capo progetto dello studio di ricerca sul ruolo dell'ossigeno in enologia. Nel corso di questo programma incontra i responsabili delle più grandi prestigiose maison de champagne, tra cui Pommery. Nel 2004, a soli 24 anni, diventa Directeur des Vignobles per il gruppo Vranken-Pommery. Sotto la sua conduzione i 250 ettari hanno raggiunto risultati importanti grazie alla passione e al team di 45 persone sotto la sua guida. Dal 2010 entra fattivamente a far parte del gruppo di degustazione degli Champagne Vranken e nel 2014 inizia a lavorare al progetto di sviluppo enologico sia in Champagne che in Inghilterra. Così ai vigneti precedenti si sommano anche i 40 ettari delle prime parcelle di Pinglestone in Hampshire.

© Riproduzione riservata