Food24

Arriva il Nespresso dell’olio: Taggiasca, Nocellara o Coratina si…

  • Abbonati
  • Accedi
Storie di eccellenza

Arriva il Nespresso dell’olio: Taggiasca, Nocellara o Coratina si frangono al momento nella cucina di casa

Il “Nespresso dell'olio” diventa realtà grazie all'idea innovativa di “Revoilution”, un team di agroimprenditori calabresi. Si tratta di un piccolo elettrodomestico chiamato Eva, un frantoio portatile da tenere in cucina che permette di produrre olio di oliva extravergine fresco a casa su richiesta, utilizzando delle polpe di oliva compresse.

Startup calabrese presentata a Londra
“Molti non sanno che il vino migliora con il tempo, ma l'olio no: dopo sei mesi perde aroma, valore nutritivo e proprietà anti-ossidanti, - spiega Giuseppe Schipani, co-fondatore di Revoilution, che ha presentato il prodotto a Londra durante un incontro con gli investitori organizzato da Banca Intesa Sanpaolo. – La nostra proposta permette di avere sempre olio fresco, salutare, 100% naturale e anche personalizzabile.”
Il mini-frantoio, dal design molto elegante che non sfigurerebbe nella più moderna delle cucine, funziona infatti con una confettura di polpa denocciolata e surgelata che può essere scelte tra molte decine di varietà diverse a seconda dei gusti – proprio come accade con il caffè Nespresso. Volendo si possono anche aggiungere zenzero, tartufo, peperoncino o altre spezie e aromi.

150 ml di olio in 20 minuti
La macchina riscalda la polpa, che viene centrifugata e produce 150ml di olio in 20 minuti, con un costo medio di 20 euro al litro. Non ci sono sprechi, perché la polpa residua è commestibile e può essere utilizzata per tartine, sughi per la pasta e altri piatti.
“La nostra è una risposta alla richiesta della gente di cibi più salutari e genuini e anche di poter avere il controllo qualità su quello che mangiano, - afferma Schipani.

500 varietà di olive da valorizzare
Revoilution punta anche a rilanciare l'economia del settore agroalimentare e in particolare contrastare il fenomeno della mancata raccolta delle olive e il declino del settore, salvaguardando anche la biodiversità. “Ci sono oltre 500 varietà di olive che vanno valorizzate, mentre il numero di frantoi è calato del 20% e la raccolta delle olive del 32% negli ultimi dieci anni. – spiega Schipani. – Per i piccoli agricoltori gli utili sono in calo, mentre i costi e la concorrenza aumentano. Il nostro obiettivo è creare cooperative di coltivatori calabresi per rafforzare il settore e aumentare i loro utili.”

La tecnologia utilizzata da Revoilution è stata messa a punto in collaborazione con gli esperti dell'Università della Calabria. La macchina Eva e le polpe si possono acquistare online per la consegna a domicilio oppure nelle “Revoilution boutique”, mentre a breve saranno aperti anche dei “punti Revo” in alcuni grandi magazzini italiani.

© Riproduzione riservata