Food24

Il Sagrantino alla prova della difficile annata 2014: 180 etichette sui…

  • Abbonati
  • Accedi
Vino

Il Sagrantino alla prova della difficile annata 2014: 180 etichette sui banchi all'anteprima

Sagrantino alla prova del calice. Il 2014 è stata un'annata difficile anche in Umbria, decisamente fresca con uve caratterizzate da una spiccata acidità che si è mantenuta a livelli elevati per tutta la vendemmia.
Anche il Sagrantino dovrà fare i conti quest'anno con le piogge anomale del 2014 in occasione della quarta edizione di Anteprima Sagrantino, dal 19 al 20 febbraio. Quest'anno alla kermesse di Montefalco sono presenti 36 produttori con 180 etichette in degustazione, sul mercato nel 2018.

Il territorio
Dopo 25 anni di Docg, il Sagrantino sfiora quota 2 milioni di bottiglie, potendo contare su appena mille ettari vitati che abbracciano l'intero territorio del Comune di Montefalco e parte dei territori di Bevagna, Gualdo Cattaneo, Castel Ritaldi e Giano dell'Umbria, tutti nella provincia di Perugia.
Stando alle stime del Consorzio Tutela Vini Montefalco, che riunisce 231 soci di cui 60 cantine, il 16,7% della produzione di vino in Umbria è costituita proprio dalle denominazioni Montefalco (6,3% di Montefalco Sagrantino Docg e 10,4% di Montefalco Doc) per un totale di 5 milioni di bottiglie prodotte nel 2016.
“Numeri che parlano chiaro sulla qualità e l'impegno produttivo del nostro territorio e sulla crescita continua e costante di tutto il sistema Sagrantino - spiega Amilcare Pambuffetti, Presidente del Consorzio -. Nel 2000 erano appena 660mila le bottiglie con denominazione Montefalco. Numero triplicato nel 2016 con una produzione di 1,8 milioni circa”.

I mercati
Produzione destinata, nel 2017, per il 30% al mercato nazionale e per il 70% all'export. Tra i principali importatori Stati Uniti (26%), Germania (10%) e Cina (8%). In seconda battuta Svizzera (4%), Inghilterra (5%), Danimarca (2%), Giappone (4.5%), Canada (4%), Olanda (4%), Belgio (4%) insieme ad altri 30 mercati.
Saranno i buyer di questi Paesi i primi a pronunciarsi sull'annata 2014 nell'Anteprima Sagrantino 2018.

© Riproduzione riservata