Food24

Il sommelier di Bombana: così abbiamo portato 400 nuove etichette…

  • Abbonati
  • Accedi
storie di eccellenza

Il sommelier di Bombana: così abbiamo portato 400 nuove etichette italiane a Hong Kong

Il mercato del vino italiano sta cambiando molto velocemente ad Hong Kong, e Marino Braccu general manager e sommelier da Otto e Mezzo BOMBANA che è il miglior testimone.
Dopo un'importante esperienza a Melbourne e Sidney, Marino arriva tre anni fa da 8/2 Otto e Mezzo BOMBANA Hong Kong per dirigere la sala dell'unico ristorante italiano tre stelle Michelin all'estero e a rivoluzionare la sua carta dei vini.

Una rivoluzione necessaria la sua, partita da un'idea semplice che ha coinvolto ed entusiasmato importatori e sommelier di Hong Kong.
Al suo arrivo da Otto e Mezzo BOMBANA, Marino ha trovato una carta importante, ben 600 etichette e tanti vini al bicchiere, molti francesi. Oggi le etichette in carta sono ben 1900 e venti i vini al bicchiere, tutti italiani.
«Un ristorante come Otto e Mezzo, che si fa ambasciatore dei tanti prodotti tipici italiani in Asia non può sottovalutare la grande ricchezza di vitigni che offre il bel paese: la Sardegna, la Puglia, la Sicilia e la Campania, finora poco conosciute in questo mercato, stanno avendo un grandissimo successo. Planeta, Tasca D'Almerita e Donna Fugata hanno lavorato bene per far conoscere il territorio siciliano all'estero e agevolato l'ingresso di
piccole cantine come Pietradolce, Graci e Girolamo Russo, che stanno facendo un grandissimo lavoro con i vini dell'Etna. Un nome su tutti Andrea Franchetti dell'azienda Passopisciaro. I miei clienti apprezzano molto anche i vini campani di Pietracupa (Fiano di Avellino e Greco di Tufo), Picarello, Quintodecimo e Benito Ferrara».

Il momento fortunato del Brunello
Un'attenzione particolare viene dedicata da sempre ai vini toscani e piemontesi, i primi stanno vivendo un momento fortunato con il Brunello di Montalcino, secondo Marino «abbiamo oggi un grande Brunello dopo la qualità dubbia degli anni novanta, aziende come Poggio di Sotto, Salvioni, Cerbaiona, Mastroianni, Il Marroneto, Le Ragnaie sanno valorizzare il Sangiovese come non succedeva da tempo». La selezione di vini toscani del general manager è stata premiata quest'anno con il Leccio D'Oro durante Benvenuto Brunello (16-19 febbraio 2018) nella sezione ristoranti. I premi vengono assegnati in base alla presenza delle etichette di vino Brunello di Montalcino e degli altri vini di Montalcino, e tiene in particolare attenzione le annate e la vasta selezione di piccoli e grandi produttori.

I cru piemontesi
Importante la novità che introduce Marino nella classificazione dei vini piemontesi; presentati nella carta per comune: «come succede per i vini della Borgogna, troviamo importanti differenze tra vini della stessa appellazione, sostanziali anche quando si tratta di territori vicini che accolgono vigneti con esposizioni diverse».

400 nuove etichette a Hong Kong
È interessante far sapere che ben 400 etichette oggi presenti in carta tre anni fa non erano presenti nel mercato. Marino ha coinvolto i suoi colleghi sommelier e insieme hanno lavorato con produttori e importatori per poter proporre anche le cantine più piccole a Hong Kong. Ovviamente bisogna garantire al distributore una minima quantità di vendita: «il mio piccolo successo è stato proprio quello di riuscire a collaborare con i miei colleghi, mai visti come competitor, ma sempre come ambasciatori del vino italiano in Asia».

Miglior sommelier di HK

Marino è stato premiato lo scorso novembre come miglior Sommelier di HK e la sua carta come migliore carta dei vini italiani durante l'evento Italian Wine Celebration organizzato a HK da Grande Passione di JC Viens in collaborazione con Vinitaly International, la camera di commercio di Hong Kong e Macao, il consolato Italiano a HK e the Italian Trade Commission.
Oltre alla professionalità, all'estero forse più che in Italia, viene riconosciuta la passione che, assecondata da uno chef generoso e attento come Bombana, diventa un esempio da seguire per valorizzare il nostro territorio in Europa e nel resto del mondo.

© Riproduzione riservata