Food24

Simply the Best: nel bicchiere le etichette più premiate di 50 cantine…

  • Abbonati
  • Accedi
Vino

Simply the Best: nel bicchiere le etichette più premiate di 50 cantine italiane

Un solo pomeriggio per degustare i migliori vini italiani. A Milano Simply the Best, il wine tasting della rivista specializzata Civiltà del bere, ha messo in fila le 50 Cantine (per 140 vini in degustazione) più premiate dalla critica enologica nazionale. Quali i criteri di selezione? Tutti i protagonisti di Simply the Best hanno ricevuto almeno una eccellenza (il massimo punteggio) da almeno 3 diverse Guide vini 2018. La classifica nazionale delle Cantine è un confronto ragionato fra i massimi punteggi delle principali guide di settore: Ais Vitae, Bibenda, Cernilli/DoctorWine, L'Espresso, Gambero Rosso, Maroni, Slow Wine e Veronelli.
Leone d'oro
Alla fine il giornale diretto da Alessandro Torcoli ha assegnato una sorta di Leone d'oro alla carriera a Sassicaia.
Sul podio da un decennio (dal 2008, saltando solo il 2014), al vino bandiera di Tenuta San Guido bisognerebbe assegnare un premio per la lunga presenza ai vertici della Guida, ha detto Torcoli. Per Simply the Best il distretto vinicolo livornese si riconferma il centro dell'enologia italiana grazie al suo campione assoluto, il Sassicaia. L'annata 2014, seppur per molti versi considerata problematica, ha invece convinto tutte le otto maggiori pubblicazioni di settore.
Sul podio
Le etichette medaglia d'argento sono quattro: Riserva del Fondatore Giulio Ferrari 2006, Passito di Pantelleria Ben Ryé 2015 Donnafugata, Es di Gianfranco Fino 2015 e Rubesco Vigna Monticchio 2012 Lungarotti. Più affollata la batteria dei vini da sei eccellenze, che vede primatisti come l'Amarone Bertani 2009 e il San Leonardo 2013. Ottimo piazzamento anche per il Trebbiano 2013 Valentini e il Montiano 2015 Famiglia Cotarella. La vera novità, però, è la scalata del Titolo 2015 di Elena Fucci (+4 posizioni sul 2017), che vince la fascia di miglior vino della Basilicata. Il sestetto si chiude con il Müller Thurgau Feldmarschall von Fenner 2015 Tiefenbrunnen, già in passato sul podio, che raddoppia la performance passando da tre a sei valutazioni top.

© Riproduzione riservata