Food24

Più vicina l'etichetta “nutrizionale” per vino e spirits

  • Abbonati
  • Accedi
Vino

Più vicina l'etichetta “nutrizionale” per vino e spirits

Sempre più vicina un'etichetta nutrizionale delle bevande alcoliche. Una vera rivoluzione per il comparto. I produttori di vino, birra, distillati e sidro hanno presentato al commissario Ue alla salute Vytenis Andriukaitis una proposta di etichetta nutrizionale, con calorie e lista degli ingredienti. Il commissario la esaminerà e farà sapere se accettarla così come presentata o proporrà modifiche.
I quattro comparti degli alcolici propongono una piattaforma di proposte comune articolate su tre elementi: la disponibilità a fornire informazioni sia sulle calorie che sugli ingredienti, la possibilità di utilizzare un'etichetta elettronica, la dose di riferimento comune da 100 ml. A queste proposte ogni settore ne aggiunge di più specifiche.

Per il settore del vino, manca ancora l'accordo tra i produttori sulla questione sollevata da organizzazioni agricole di Spagna, Italia e Grecia sull'indicazione alla lista di ingredienti dello zucchero eventualmente aggiunto al vino, cosiddetto “zuccheraggio”.
Oltre ad assumersi un impegno volontario, il settore del vino chiederà alla Commissione europea “una legislazione armonizzata a livello Ue su lista di ingredienti e calorie, con il riconoscimento dell'e-label”, ha dichiarato il segretario generale della Comitato europeo vini Ignacio Sànchez Recarte.

© Riproduzione riservata