Food24

Otto grandi chef al Castello Sforzesco: una serata buona per il palato e…

locandina

Otto grandi chef al Castello Sforzesco: una serata buona per il palato e buona per il cuore

Buono per il palato, buono per il cuore. Nel tourbillon della design week un momento per fermarsi e fare(-rsi) del bene. Appuntamento mercoledì 18 aprile nel Cortile della Rocchetta al Castello Sforzesco alle 19 per una straordinaria cena a 16 mani - tutte stellate: 8 grandi chef, 13 stelle Michelin, 300 ospiti e una raccolta fondi per una buona causa.
Si tratta della Respect Food Night, la cena che Grundig, brand storico nell'elettronica di consumo, dedica a Food for Soul, l'Associazione no-profit fondata da Massimo Bottura, impegnata nell'apertura di refettori e mense comunitarie nel mondo e nella sensibilizzazione alla lotta contro lo spreco alimentare. Obiettivo della cena è di far conoscere l'attività dell'associazione, raccogliere fondi per sostenere i futuri progetti e attrarre sempre più sostenitori.

Oltre Bottura, ai fornelli Andrea Berton (Berton, Milano), Enrico Cerea (Da Vittorio, Bergamo), Carlo Cracco (Cracco in Galleria, Milano), Antonio Guida (Seta, Mandarin Oriental Hotel Milano), Giancarlo Morelli (Pomiroeu, Monza), Matias Perdomo (Contraste, Milano) e Viviana Varese (Alice Eataly, Milano). Ogni Chef cucinerà in diretta per gli ospiti una sua specialità.
Una scelta, per Grundig, coerente con la attività e le strategie aziendali, sempre più volte a proporre strumenti e tecnologie innovative nel solco della sostenibilità, del rispetto delle risorse e soprattutto della lotta allo spreco alimentare.
L'azienda è Official partner di Food for Soul, che sostiene dalla sua nascita, attraverso la sua mission Respect Food.

A soli due anni dalla nascita Food for Soul dopo il Refettorio a Milano ha visto nascere progetti a Rio de Janeiro (Refettorio Gastromotiva), Londra (Refettorio Felix at St Cuthbert's) e Parigi (Refettorio Paris), ma anche Bologna (Social Tables Antoniano) e Modena (Social Tables Ghirlandina). Ogni progetto è fondato sulle necessità della comunità locale, ma legato a tutti gli altri da valori e azioni comuni, come l'utilizzo di ingredienti provenienti da eccedenze alimentari, il coinvolgimento di artisti, designer e architetti per la creazioni di spazi belli e accoglienti, e il servizio ospitale dedicato ai membri più vulnerabili della comunità.
Per partecipare alla cena (il cui costo è di 200 euro) è possibile visitare la pagina Eventbrite. Per sostenere Food for soul e seguire i suoi progetti

© Riproduzione riservata