Food24

Gusta Caorle: alla scoperta di vongole e moscardini dell'Adriatico

  • Abbonati
  • Accedi
Locandina

Gusta Caorle: alla scoperta di vongole e moscardini dell'Adriatico


I pescherecci mollano gli ormeggi nel pittoresco Rio Interno e, nel pomeriggio, scaricano il pesce nell'adiacente Mercato Ittico - dove è possibile acquistarlo al minuto - mentre i pescatori puliscono le imbarcazioni e aggiustano, rigorosamente a mano, le reti. Prende le mosse da un contesto che unisce fascino e sapori, semplicità e qualità il progetto Gusta Caorle, grazie al quale l'Amministrazione del borgo marinaro veneziano punta a far conoscere le tradizioni enogastronomiche del territorio, offrire consigli pratici e soprattutto “proporre vere e proprie esperienze di vita… la vita di un tempo” - annuncia una nota del Comune.

“Caorle offre esperienze autentiche: qui si possono assaporare i gusti che la terra ed il mare, con le loro tipicità, sono in grado di regalare”, aggiungono i promotori. Il progetto prevede la promozione, in particolare, di tre prodotti ittici locali: il Moscardino di Caorle, ipocalorico ed antirughe (per il contenuto di collagene), il canestrello bianco e le vongole, attraverso un Menu Caorlotto, proposto da alberghi e ristoranti, eventi e la realizzazione di una brochure dedicata.
Il borgo storico, che ricorda Venezia per le calli e l'affaccio sull'Adriatico, non è solo mare e spiaggia: è anche natura, cultura, storia, tradizioni ed enogastronomia. E propone prodotti ittici e vini doc, miele di barena (dagli arbusti che germogliano in laguna) e birra artigianale, riso e prodotti caseari.

Un calendario di sapori
Nel mese di maggio Caorle lancia la prima edizione di “Gusta La Cinquecento”, in occasione della partenza della regata velica La Cinquecento. Dal 25 al 27 maggio, nel Porto Peschereccio, oltre a visitare le imbarcazioni ormeggiate per l'occasione lungo il Rio Interno, si potrà degustare prodotti tipici, ascoltare musica live ed assistere allo Show Cooking con Fabrizio Nonis.
Dal 14 al 16 settembre torna invece la tradizionale Festa del Pesce, con la proposta di pesce di Caorle, fritto e alla griglia, da assaggiare seduti in riva al mare. E dal 2017 è nata “Sardee in Grea”, una competizione per aspiranti cuochi allo sbaraglio che si sfidano con simpatia e fantasia a suon di sardine alla griglia.
A fine estate c'è anche l'occasione per unire l'esperienza gastronomica con visioni di arte circense e teatro di strada grazie al festival La luna nel pozzo, in calendario dal 29 agosto al 2 settembre.

Esperienze da vivere tutto l'anno
Al di là di feste e manifestazioni, il progetto propone anche esperienze da vivere tutto l'anno, come il tour del porto peschereccio e degustazione cicchetti, con possibilità di acquistare il pesce fresco al Mercato Ittico, o come la passeggiata tra calli e campielli del centro storico per scoprire gli angoli caratteristici del borgo e far tappa nei locali che proporranno aperitivi e cicchetti tipici della tradizione caorlotta.

Inoltre è possibile vivere una giornata da pescatori. Grazie al pescaturismo, infatti, si può salire a bordo di un peschereccio, solcare il mare alla ricerca del pesce, scoprire i segreti di questo antico mestiere e, alla fine, degustare il pescato. Per terminare l'esperienza, l'ideale è una visita ai casoni, le strutture di legno e canna palustre che ospitavano i pescatori e le loro famiglie nel periodo dedicato alla pesca in laguna.
Info nella sezione Gusta Caorle

© Riproduzione riservata