Food24

Da Spazio Sushi sapori feng shui con un tocco mediterraneo

  • Abbonati
  • Accedi
a Milano

Da Spazio Sushi sapori feng shui con un tocco mediterraneo

Oriente e italianità. Intimità e cura dei particolari. Nel palazzo di via Solferino 27 dove Giacomo Puccini compose la Bohème e la Tosca, ha aperto da pochi mesi, a ottobre, per essere precisi, “Spazio Sushi”. Sapori, colori e fragranze sono miscelati dalla proprietaria, Raffaella Stucchi, che non nasconde l'ambizione di voler fare della sua creatura il miglior fusion del centro di Milano.

Il Feng Shui, si diceva, ispira l'attività di questo locale piccolo ma accogliente. In cinese significa “vento e acqua”. Il vento rappresenta il cielo, l'aria che trasporta le nuvole cariche di pioggia e quindi l'acqua senza la quale nessun essere vivente può sopravvivere. Questa antica filosofia racchiude un insieme di pratiche e di interpretazione del paesaggio, delle forme delle costruzioni e degli spazi, per trovare il giusto equilibrio degli elementi e vivere un ambiente bello, sereno e positivo.

Ecco allora la scelta dei colori delle pareti e degli oggetti, i materiali naturali, la disposizione dei tavoli e dell'arredamento. Per far circolare le energie positive nel rispetto dei punti cardinali e liberare quelle negative dalla cucina, il cuoco trasforma il cibo con l'uso di tutti i cinque elementi: acqua, legno, fuoco, terra, metallo.

Originalità e raffinatezza sono le parole d'ordine delle proposte. Le portate di crudi della tradizione del Sol Levante si estendono ad interpretazioni creative e fusion con accenti mediterranei. Accanto ai classici sushi e sashimi vanno ricordate le tartàre, in particolare quelle di gambero rosso o di scampo con frutta tropicale come l'avocado o il mango. Speciali anche gli uramaki, frutto di anni di studio e di prove dello chef, tra cui spiccano il winter roll con salmone, fico candito e noci, il sea roll con fiori di zucca in tempura, avocado, scampo, gambero rosso e caviale e il Johnny roll (che prende il nome dal sushiman), preparato con gambero in tempura, salmone, avocado e mandorle tostate.

I dolci variano a seconda della stagione sono della pasticceria francese di Corso Magenta “Patisserie de Reves”. In questo periodo è possibile assaggiare la Tarte au citron, la Tarte tatin, la tarte au chocolat e lo speciale cheesecake. Scelta con cura anche la carta dei vini, in prevalenza bianchi, che copre tutte le regioni d'Italia con oltre sessanta etichette e un'ottima selezione di bollicine e qualche vino d'Alsazia e neozelandese.

© Riproduzione riservata