Food24

Il cibo democratico di Niko Romito è una “bomba”

  • Abbonati
  • Accedi
STREET FOOD

Il cibo democratico di Niko Romito è una “bomba”

La bomba di  Niko Romito
La bomba di Niko Romito

Niko Romito torna a Milano a bomba. E' il secondo progetto gastronomico dello chef tristellato abruzzese a Milano, dopo Spazio in Duomo, sempre in collaborazione con Autogrill: BOMBA. Un cameo al padre Antonio, a cui dedica “lo street food di famiglia”, forse la prima ricetta che un Niko bambino ha imparato, nella pasticceria di famiglia di Rivisondoli negli anni Settanta. La merenda perfetta per gli sciatori affamati del comprensorio di Roccaraso è ora dominio anche dei milanesi.

“Se sono di corsa non rinuncio a una bomba salata con ripieno di baccalà” rivela Niko Romito, alla faccia delle stelle che sembrano precederlo ad ogni comparsata in pubblico. Ma la vera bomba gastronomica (irresistibile) che ha lanciato Niko è quella di riprendere una ricetta di street food tradizionale, ha lavorato per anni su impasti, lievitazioni, farciture per “creare la mia versione della Bomba”, ne ha studiato anche le proprietà nutritive, scegliendo una frittura in olio di girasole, con un alto punto di fumo, per renderla leggera, ha scelto solo ingredienti di cui ha saputo tracciare tutta la filiera produttiva, ha abolito i grassi animali, solo olio d'oliva e burro di cacao.

Bomba sì, ma con leggerezza.


Il primo pop-up è stato a Napoli, all'interno dell'innovativo supermercato Goumeet, a pochi passi da Chiaia e dal mare: primo fritto leggero e di tecnica, nella patria del fritto verace, non ha certo avuto le potenzialità che ha ora a Milano. Sei proposte salate e sei dolci, per tutti i gusti, la sfera di pasta lievitata si adatta a ogni ingrediente: dal semplice zucchero alla crema pasticcera e liquore Strega, dalla gianduja alla confettura di albicocche, senza dimenticare il “bombamisù” la versione sferica del tiramisù, tra i dolci. Per l'estate la sesta proposta si sdoppia: si riempie del gelato di Emilio a Maratea, al pistacchio o alla crema. Tra i salati la bomba è gustosa: dal ripieno di prosciutto di Parma, stracchino e rucola a quello con la mozzarella di bufala campana, pomodorino semisecco, dallo spezzatino di manzo e spinacino fresco alla scarola e pinoli con uvetta, olive e pomodori confit, dal pollo, lattughino e maionese al maiale fondente e senape.

La bomba di Romito si trova in Piazza XXV Aprile di fianco a Eataly Smeraldo .
Dopo i progetti come Spazio (Milano e Roma), Unforketable e Intelligenza nutrizionale a Roma, lo ches sembra concentrare i propri interessi oltre che su Reale sulla nuova piazza di Milano, dove lo vedremo presto protagonista della carta del centralissimo ristorante Bulgari in via Manzoni.


Bomba è il suo progetto di cibo democratico ma non meno gourmet.

© Riproduzione riservata