Food24

Va dove ti porta il prosecco

  • Abbonati
  • Accedi
FOOD TOURISM

Va dove ti porta il prosecco

(Marka)
(Marka)

E’ il prosecco l'eccellenza italiana più ricercata dai turisti che scelgono l'Italia per motivi enogastronomici. Subito dopo mozzarella, gorgonzola, ricotta e tartufo. Lo rivelano i dati forniti di Google Trends illustrati a Grinzane Cavour (Cuneo) alla prima edizione di Food& Wine Tourism Forum promosso dall'Ente Turismo Alba Bra Langhe e Roero in collaborazione con Enoteca regionale Piemontese Cavour.
Le ricerche dall'estero legate all'Italia come meta di turismo enogastronomici sono in continua crescita: nel biennio2017-2018 è cresciuto del 70% l'interesse dei danesi, del 21% quello dei francesi; +20% dal Belgio, +14% dai Paesi Bassi. A livello globale le eccellenze italiane stravincono contro gli eterni rivali di Francia: la mozzarella ha raccolto il quadruplo delle ricerche del francese Camembert, il Parmigiano Reggiano il doppio del Brel, il Gorgonzola è cercato una volta e mezzo il Roquefort, la Grappa il triplo del Cognac. Per quanto riguarda il turismo del vino la crescita maggiore riguarda la Danimarca (+160%), poi la Svezia (+57%) e la Slovenia (+50%).

Siamo la prima meta al mondo per turismo enogastronomico

Il turismo enogastronomico è in grande crescita in tutto il mondo. In Italia, con oltre 110 milioni di presenze, ha raddoppiato in un anno il suo peso. Una ricerca di Isnart-Unioncamere, ha stimato un impatto economico di oltre 12 miliardi (pari al 15,1% del totale turismo) per quanto riguarda le spese legate all'agroalimentare da parte dei turisti che fanno vacanze in Italia. Il 43% delle presenze riguarda il turismo italiano (con 47 milioni), mentre il 57% è costituito da turismo internazionale (con 63 milioni di presenze).Siamo anche il primo Paese europeo per numero di prodotti DOP e IGP.

Turisti soddisfatti più degli italiani a tavola

L'indice di soddisfazione dei nostri ristoranti è ottima: attraverso l'analisi delle recensioni online il sentiment positivo è del 82,5% per gli italiani e sale al 85,3% per gli stranieri (Ricerca ENIT – ONT – Travel Appeal “RISTORANTI d'ITALIA” novembre 2017).L'Italia è la destinazione che più di altre viene associata al cibo. Nella ricerca ENIT-Ipsos (Be-Italy, indagine su percezione e immagine dell'Italia in 18 Paesi stranieri ENIT-Ipsos), alla domanda “Quale di questi aspetti associa principalmente all'Italia?” la “Cucina” con il 23% è al primo posto e supera “Monumenti e Moda”, entrambi al 16%.

Tuttavia, se si considerano solo i ceti elevati, “Cibo e Vino” diventano addirittura la prima motivazione di viaggio. All'ulteriore domanda “perché farebbe un viaggio in Italia?”, “Cibo e Vino” risultano la terza motivazione, subito dopo “Città” e “Opere d'arte/Monumenti” per il totale dei turisti.

© Riproduzione riservata