Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 12 giugno 2013 alle ore 15:42.

My24
Benetton apre l'Autogrill che rispetta l'ambiente

LAINATE (MILANO). Dal nostro inviato
L'Autogrill del Terzo millennio – il Villoresi Est – si presenta con un colpo d'occhio imponente, all'inizio dell'autostrada Milano-Laghi, di fronte al Villoresi Ovest, il suo antenato, che all'inizio degli anni 60 divenne un simbolo della rinascita dell'Italia nel dopoguerra. All'interno poi, niente barriere architettoniche, servizi igienici a misura di ogni necessità e tanta attenzione ai consumi: un tetto captante che consente al nuovo Autogrill di risparmiare circa il 45% dei consumi energetici per il riscaldamento e condizionamento, mentre un sistema di raccolta delle acque piovane e di falda è stato pensato per ridurre annualmente di circa 25.550 metri cubi i consumi idrici (l'equivalente dell'utilizzo medio di 128 famiglie italiane).

È stata inaugurata ufficialmente ieri l'area di servizio Villoresi Est, la nuova area di servizio flagship per l'innovazione eco-sostenibile e l'accessibilità del gruppo Autogrill. «Questa inaugurazione – ha affermato il presidente di Autogrill, Gilberto Benetton – avviene in un momento molto importante, in cui abbiamo deciso la scissione dell'attività di duty free che debutterà in Borsa a settembre. Uno scorporo che ci permetterà di crescere ulteriormente». Ma l'inaugurazione dell'area Villoresi Est è per Benetton «un chiaro segnale di come il nostro gruppo non è mai fermo. Anche in momenti di magra facciamo sempre qualcosa di nuovo».

L'investimento complessivo è stato sui 15 milioni di euro, la realizzazione ha richiesto oltre un anno di lavoro per un progetto «pensato nel 2007, quando la crisi economica non aveva ancora fatto la sua comparsa», ha spiegato Gianmario Tondato Da Ruos, amministratore delegato di Autogrill. L'intento era di «fare un qualcosa che rimanesse come modello di accessibilità per tutti, esempio di eco-compatibilità e risparmio energetico. Un laboratorio, che potrà servire d'esempio anche per esperienze successive».

Di certo un laboratorio che ha nelle esperienze all'estero del gruppo Autogrill le sue radici. In particolare in una struttura del gruppo nel Delaware, negli Usa. «È importante sottolinearlo – ha precisato Gilberto Benetton – anche perché pochi ancora in Italia sono consapevoli del nostro essere internazionali. Il nostro è un gruppo da 6 miliardi di euro e ha 70mila dipendenti sparsi per il mondo. Solo negli Usa realizziamo 2 miliardi di euro di ricavi».

L'Autogrill è comunque un elogio all'italianità, con punto vendita "slow" e prodotti tipicamente italiani cui si è arrivati «per scelta. Dopo aver parlato con Carlo Petrini – ha precisato Tondato Da Ruos – cui spiegavo la volontà di creare un punto ristoro di tipo internazionale e che mi ha convinto della necessità di rifarci invece alla nostra storia».

Ora, in questa struttura che sorge su un'area dedicata per almeno 30 anni, si sviluppa questo «sogno che abbiamo levigato con il tempo», ha aggiunto l'ad, e in cui l'attenzione per l'ambiente è dappertutto. Fuori nel parcheggio si è accolti dalle colonnine per la ricarica rapida delle auto elettriche (le prime sulla rete autostradale in Italia). Dentro, da una struttura interna in legno certificato Pefc (proveniente da boschi sostenibili) e da materiali eco-compatibili. L'area di servizio Villoresi Est non è comunque solo ecocompatibilità. Ci sono sale riunioni e ipad a libera consultazione; aree giochi e toilette con family room per le famiglie; parcheggi video sorvegliati, docce, lavatrici e distributori automatici con prodotti di prima necessità per i truckers.

Commenta la notizia

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi