Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 10 dicembre 2013 alle ore 15:10.

My24

Numerosi studi dimostrano che se l'Italia investisse di più nel sostenere la fase embrionale delle start up, ne ricaverebbe un significativo incremento del Pil e dell'occupazione. Questo numero de "L'Impresa", in edicola da mercoledì 11 dicembre, analizza le pre-condizioni per creare un ecosistema favorevole e un vero piano di sostegno alle nuove iniziative imprenditoriali, nonché l'effetto di contaminazione in termini di innovazione e vitalità, di cui potrebbero godere tutte le aziende.

Un effetto che in parte sta già emergendo: il rilancio del venture capital, spinto dal crowdfunding, non va interpretato solo guardando alle start up, ma piuttosto in relazione a una trasformazione culturale dell'intero sistema produttivo, che inizia a pensare di crescere per fusioni e acquisizioni.

Altro aspetto fondamentale per il paese è agganciare le Pmi alla rivoluzione digitale: dall'ultimo report di Bcg a livello internazionale, risulta evidente il legame tra performance e livello tecnologico delle aziende. Se riuscissimo a dare piena attuazione allo Small Business Act, in cinque anni si cambieremmo il volto del nostro tessuto imprenditoriale.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi