Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 30 novembre 2014 alle ore 14:39.
L'ultima modifica è del 30 novembre 2014 alle ore 15:11.

My24

La mosca e il caldo d'autunno rischiano di far sparire l'olio dalla tavola. La produzione in Italia e Spagna, leader mondiali, si è più che dimezzata e l'extravergine si è ridotto al lumicino. Chi, come nell'antica Grecia il filosofo Talete, aveva fatto incetta di prodotto o aveva stivato quello della stagione precedente, potrebbe aver fatto l'affare della vita: le quotazioni sono schizzate dagli 1,9 euro al litro dell'estate a 9. E se l'olio piange, il pomodoro, l'altro campione della dieta mediterranea, non ride. I contraccolpi dello scandalo della Terra dei fuochi hanno convinto i produttori del Nord e del Sud a unire le forze sul marchio unico. Una notizia che il mercato attende da anni.

L’anno orribile dell’olio d’oliva

Commenta la notizia

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi