Impresa & Territori

eBay azzera le commissioni sul food

Industria

eBay azzera le commissioni sul food

  • –Emanuele Scarci

MILANO

Bay azzera le commissioni sui prodotti enogastronomici per recuperare il tempo perduto nell’alimentare. L’annuncio è arrivato nel corso di un evento eBay a Milano, dedicato alle opportunità del commercio elettronico in Italia per il food.

Nel Paese delle eccellenze enogastronomiche, le vendite online di grocery nel 2014, secondo l’osservatorio del Politecnico di Milano, sono state appena l’1% del totale del commercio elettronico italiano contro il 13% del Regno Unito. Come dire che ci sono notevoli margini di crescita per l’alimentare sul web nonostante il nostro Paese abbia una rete commerciale fitta, fatta di piccoli negozi, e una cultura del cibo molto diversa dalla Gran Bretagna.

«L’enogastronomia – spiega Claudio Raimondi, country manager di eBay in Italia - gioca un ruolo strategico nell’economia italiana così come nel markeplace eBay. Questa iniziativa è parte di una più ampia strategia finalizzata a supportare le aziende italiane, in particolare le Pmi, fornendo loro una piattaforma di business unica, capace di sostenere i loro affari e le loro strategie d’internazionalizzazione a costi contenuti, in modo sicuro, completo e affidabile». Inoltre eBay dichiara un numero di frodi tra i più bassi di sempre, con un taglio del 50% rispetto a sette anni fa. Nel 2014 il ministero delle Politiche agricole ha firmato con la piattaforma online un memorandum per la protezione dei prodotti Dop e Igp.

In dettaglio, dal 2 aprile eBay.it azzererà le commissioni sul valore finale pagate dal venditore professionale sul prezzo del prodotto venduto, contro l’8,7% corrente. Inoltre i venditori professionali, con un negozio premium su eBay, non pagheranno le tariffe d’inserzione.

Ma com’è andato il 2014? In crescita, secondo i vertici di eBay: sono stati venduti 67mila prodotti enogastronomici, +17%, con un valore medio d’acquisto pari a 31 euro. Sono oltre 265mila i prodotti enogastronomici in vendita su eBay.it e ogni 73 secondi si registra un acquisto.

«E per il 2015 - conclude Raimondi - si prospetta un’ulteriore crescita, un segnale chiaro sullo sviluppo dell’ecommerce e del trend delle vendite di prodotti enogastronomici e del made in Italy».

© RIPRODUZIONE RISERVATA