Impresa & Territori

La Nwg di Prato dona a Papa Francesco 10 bici elettriche

progetto anter «Sole in classe»

La Nwg di Prato dona a Papa Francesco 10 bici elettriche

Dieci biciclette elettriche, Papa Bergoglio, e la voglia di un'azienda come Nwg e di un'associazione no-profit come Anter di cambiare il mondo. Potrebbe essere condensato tutto in questa frase il significato della giornata vissuta mercoledì scorso in Vaticano. La scelta di Nwg parte da lontano, dall'idea che ognuno di noi possa essere in grado, anche con piccoli sforzi, con piccoli esempi, di produrre grandi cambiamenti. “Il mondo è storto” scriveva in un suo libro di qualche anno fa Mauro Corona. Evidentemente c'è chi ha ancora voglia di raddrizzarlo, di renderlo migliore di quello in cui noi lo abbiamo trasformato.

Nwg è oggi tra le realtà più importanti e innovative nel settore della green economy. Opera nel mercato delle rinnovabili. Con oltre 12.000 impianti installati, l'azienda di Prato è leader nazionale nel mercato consumer per numero di impianti, fotovoltaici e termodinamici, realizzati e che producono un risparmio di oltre 518 mln di Kg di Co2. Nel 2014 nasce anche Nwg Energia, trader di energia elettrica derivante esclusivamente da fonti rinnovabili che a oggi conta già oltre 25.000 clienti in tutt'Italia. È per questo che quelle biciclette rappresentano un simbolo. Il simbolo che si possa ancora scegliere di far bene le cose e di fare bene al Mondo, alla nostra Casa Comune, così come l'ha definita proprio Papa Francesco nella sua enciclica Laudato Sì.

Da questo parte la scelta di Nwg e dei suoi fondatori Antonio Rainone e Francesco D'Antini e dell'amministratore delegato Massimo Casullo. Tutto prende corpo proprio dall'attenzione che Papa Bergoglio ripone nei confronti dei temi legati al mondo delle energie rinnovabili, scelta obbligata per salvare il mondo in cui viviamo.

Quello di “Francesco” è un monito continuo: prendersi cura della “Casa Comune” è il dovere cristiano di ciascuno di noi. I livelli di inquinamento sempre più alti ci impongono di fare scelte forti in direzione della sostenibilità e di farle in fretta. Il mondo non può più aspettare. L'aria delle nostre città è diventata irrespirabile, l'acqua imbevibile, la vita sempre più difficile. In alcune parti del mondo è impossibile persino alzare gli occhi al cielo e guardare le stelle, perché tra noi, il cielo e le stelle c'è una pesante coltre di smog che ne impedisce la vista. Una vita senza stelle è una vita senza sogni ed una vita senza sogni è una vita senza futuro. È questo il mondo che vogliamo per noi oggi e per i nostri figli domani? Un mondo senza cielo, senza stelle, senza futuro?

Le biciclette regalate a Bergoglio rappresentano un segno forte in questa direzione. La bicicletta è simbolo di benessere, di vita all'aria aperta, salubre. La bicicletta è vita. Dopo l'incontro privato con il Papa la cerimonia di consegna è stata presieduta da padre Lombardi e da padre Benedettini, rispettivamente direttore e vicedirettore della sala stampa vaticana, nei cui locali si è svolta anche la conferenza. Ai lavori, seguiti con attenzione dai giornalisti presenti e da una nutrita delegazione di “Energy Broker”, gli attori commerciali di Nwg, ha partecipato anche Leonardo Masi, presidente di Anter, l'associazione no-profit, che in Italia conta oltre 220mila iscritti e che si prefigge l'obiettivo di diffondere nel paese, soprattutto nelle giovani generazioni, la cultura delle energie rinnovabili e della sostenibilità ambientale e di cui il progetto “Il sole in classe” rappresenta il fiore all'occhiello.

“Il sole in classe” è rivolto ai bambini ed ai ragazzi delle scuole elementari e medie ed ha l'obiettivo di diffondere la conoscenza e il corretto utilizzo delle energie rinnovabili ma anche di guidare i più piccoli nel complesso labirinto delle problematiche energetiche che affliggono le nostre città e il Pianeta. Ad oggi le lezioni di Anter si sono svolte in circa 700 istituti, raggiungendo oltre 60.000 studenti. Ma c'è di più.

Antonio Rainone, presidente onorario di Anter ha lanciato la prossima sfida. “A giugno organizzeremo un evento nazionale- ha spiegato- saremo presenti contemporaneamente in 500 piazze del nostro Paese. Per tre giorni, con una serie di eventi dedicati spiegheremo alla gente perché la scelta della sostenibilità è l'unica scelta che abbiamo per rendere migliore la Casa che viviamo, così come il Santo Padre ci ha indicato”. L'iniziativa si chiamerà “insieme per farLa respirare”, dove quel “La” sottintende Gaia, l'ecosistema vivo del nostro Pianeta, che oggi, rischia sempre più, di soffocare.

© Riproduzione riservata