Lexicon dell'economia reale

Ancona

Ancona

Il capoluogo di regione ha un'economia mista servizi-manifattura ed è sede di uno dei principali porti del Paese per passeggeri e cargo, che collega la costa adriatica verso l'area balcanica e greca. Dal punto di vista industriale è nota per il distretto del bianco di Fabriano (elettrodomestici, con la ex Indesit entrata nel gruppo Whirlpool e Ariston Thermo; cappe con Elica e Faber), per la cantieristica navale (Fincantieri, Ferretti) reduce da un decennio di fortissima crisi. La storica vocazione commerciale legata al porto (collegato ad interporto e aeroporto) resta intatta e si legge del peso dei servizi, che valgono oltre il 70% del Pil. In provincia, a Jesi, resta la direzione generale della prima banca del territorio, Banca Marche, liquidata a fine 2015 e riaperta come Nuova Banca Marche.

Sindaco: Valeria Mancinelli (Pd)
Prefetto: Antonio D'Acunto
Procuratore della Repubblica: Elisabetta Melotti

Fonte: ISTAT, 2015
Popolazione477.892
Posizione della provincia in base alla popolazione40
Occupati201.493

1) Ricchezza

Pil pro capite

EUR/anno, 2015

2) Disoccupazione

Tasso di disoccupazione

3) Consumi

Spesa pro capite in automobili, moto e elettronica

EUR/anno, 2015

4) Sistema giudiziario

Rapporto sentenze su cause nuove o in corso nel 2015 x 100

5) Esportazioni

6) Diffusione ICT

Copertura banda larga

(% of population)

7) Depositi bancari

Depositi bancari pro capite

EUR

8) Popolazione giovanile

% della popolazione con meno di 30 anni

9) Imprenditorialità 

Aziende registrate ogni 100 abitanti

10) Livello di istruzione

N. di laureati ogni 1.000 abitanti tra i 25 e 30 anni nel 2015

Sorgente:
  • (1) Istituto Tagliacarne
  • (2) Istat
  • (3) Findomestic
  • (4) Ministero della Giustizia
  • (5) Prometeia
  • (6) Osservatorio Banda Larga
  • (7) Abi-Bankitalia
  • (8) Datagiovani
  • (9) Infocamere
  • (10) Ministero della Pubblica Istruzione
I più letti di Impresa & Territori