Lexicon dell'economia reale

Reggio Emilia

Reggio Emilia

Filiera suinicola, industria (meccatronica in testa ma anche meccanica agricola, piastrelle, fashion) e terziario avanzato (guidato dalla cooperazione) sono gli assi portanti dell'economia reggiana, che vanta uno dei tassi di disoccupazione più bassi di Italia (5,4%) e una forte vocazione all'export (dietro Bologna e Modena). Nella top ten delle province italiane per diversi indicatori di benessere, la terra reggiana è sede del consorzio di tutela della prima Dop italiana in valore, il parmigiano reggiano, e di colossi come Max Mara (moda), Comer Brevini e Walvoil (trasmissioni di potenza), Iren (multiutilities. Il Credito Emiliano (Credem) è il primo istituto locale (nato qui nel 1910) e undicesima banca per dimensioni a livello nazionale

Sindaco del capoluogo: Luca Vecchi (Pd)
Prefetto: Raffaele Ruberto
Procuratore della Repubblica: Caterina Stranieri

Fonte: ISTAT, 2015
Popolazione533.248
Posizione della provincia in base alla popolazione37
Occupati232.781

1) Ricchezza

Pil pro capite

EUR/anno, 2015

2) Disoccupazione

Tasso di disoccupazione

3) Consumi

Spesa pro capite in automobili, moto e elettronica

EUR/anno, 2015

4) Sistema giudiziario

Rapporto sentenze su cause nuove o in corso nel 2015 x 100

5) Esportazioni

6) Diffusione ICT

Copertura banda larga

(% of population)

7) Depositi bancari

Depositi bancari pro capite

EUR

8) Popolazione giovanile

% della popolazione con meno di 30 anni

9) Imprenditorialità 

Aziende registrate ogni 100 abitanti

10) Livello di istruzione

N. di laureati ogni 1.000 abitanti tra i 25 e 30 anni nel 2015

Sorgente:
  • (1) Istituto Tagliacarne
  • (2) Istat
  • (3) Findomestic
  • (4) Ministero della Giustizia
  • (5) Prometeia
  • (6) Osservatorio Banda Larga
  • (7) Abi-Bankitalia
  • (8) Datagiovani
  • (9) Infocamere
  • (10) Ministero della Pubblica Istruzione
I più letti di Impresa & Territori