Impresa & Territori

Bric’s in caduta, male l’export extra-Ue

ISTAT

Bric’s in caduta, male l’export extra-Ue

(Reuters)
(Reuters)

Quarto calo consecutivo per l’export-extra-Ue, una frenata annua del 3,6% legata a riduzioni di vendite in quasi tutte le aree del mondo. L’arretramento in termini “grezzi” si riduce tuttavia ad un calo dell’1,1% tenendo conto del calendario meno favorevole ed è comunque meno pesante per la manifattura in senso stretto, con le medie appesantite dal brusco calo dell’energia, giù del 43%.

Bilancio meno amaro che diventa addirittura positivo nel confronto di breve periodo, con una crescita del 3,9% delle vendite extra-Ue su base mensile destagionalizzata.

L’analisi dei dati annui restituisce comunque un quadro geografico per nulla brillante. La Russia, che a marzo sembrava aver stabilizzato i propri acquisti, arretra ancora del 9,3% in una frenata che prosegue ininterrotta da maggio 2014. Male anche gli altri Bric’s, con la Cina a cedere il 6,2%, l’India oltre otto punti, l’area del Mercosur (è il Brasile a determinarne le medie) più di 31.

Male anche Africa settentionale e Medio Oriente, mentre la Turchia è praticamente al palo.

La solitaria eccezione riguarda gli Stati Uniti, i cui acquisti di made in Italy sono in crescita dell’11,7%, spinti tuttavia verso l’alto dall’acquisto di navi, per definizione commesse una-tantum.

“Il bilancio dei primi quattro mesi per l’export extra-Ue è -4,8%: 2,9 miliardi di vendite in meno”

 

Il bilancio dei primi quattro mesi dell’anno per l’export extra-Ue è in rosso del 4,8%, il che significa 2,9 miliardi di vendite in meno per le nostre aziende.

Bilancio negativo anche dal lato delle importazioni, in calo su base annua del 13%, anche se la frenata è quasi interamente spiegata dall’energia.

L’unica area positiva negli acquisti è comunque quella dei beni strumentali, in crescita dell’8,4%.

Per effetto del calo marcato dell’import (e della bolletta energetica “light”) il saldo commerciale del mese lievita a 3,6 miliardi, 1,2 miliardi in più rispetto allo stesso mese del 2015.

© Riproduzione riservata