Impresa & Territori

Turismo, +10% le presenze. Sempre più italiani scelgono…

I dati di federturismo

Turismo, +10% le presenze. Sempre più italiani scelgono l’Italia

La spiaggia di Torre dell’Orso
La spiaggia di Torre dell’Orso

Le mete turistiche del Nordafrica e la Turchia perdono vistosamente terreno, il Sud della Francia patisce un’ondata di disdette, causa allarme terrorismo, e l’Italia, nonostante il boom spagnolo, può incassare il suo dividendo. Con il Ferragosto alle porte Federturismo Confindustria ha fatto un primo bilancio delle vacanze. «Un'estate in crescita», la definisce il presidente Gianfranco Battisti. Più di 20 milioni di italiani, complice proprio la situazione internazionale, sono rimasti in patria. Di questi 6 su 10 hanno scelto mare e spiaggia, in particolare le località balneari pugliesi, siciliane, sarde e romagnole, seguite in classifica dalla montagna e dalle città d'arte.

All'incremento di circa il 10% delle presenze complessive hanno contribuito anche i turisti stranieri, fra i quali si nota una prevalenza di arrivi tedeschi, francesi e inglesi. Molto gettonato il soggiorno di 8 notti, prevalentemente in albergo, per una spesa media di circa 800 euro. Traffico molto elevato è stato registrato anche nelle stazioni ferroviarie dove più di 25 milioni di turisti hanno viaggiato a bordo delle Frecce e dei treni a percorrenza nazionale e negli aeroporti dove a Malpensa e Linate sono transitati nei mesi estivi circa 8 milioni 250 mila passeggeri.

Per i connazionali che hanno deciso di espatriare la scelta è ricaduta, complice il netto calo come si diceva di Nordafrica e Turchia per ragioni di sicurezza, in gran parte sulle intramontabili mete mediterranee: Spagna, Grecia e Croazia. E se per tanti le vacanze stanno volgendo al termine, per molti devono ancora iniziare. Lo testimonia l'aumento di prenotazioni per fine agosto ed inizio settembre per il quale si stima una crescita del 5% rispetto al 2015, con le città d'arte e i borghi in primo piano.

© Riproduzione riservata