Impresa & Territori

Dossier Damiani punta su boutique e new entry

    Dossier | N. 28 articoliRapporto Orologi

    Damiani punta su boutique e new entry

    Unire l'eccellenza della gioielleria italiana con l'orologeria per presidiare un segmento di mercato con importanti margini di crescita. Questa la strategia di Damiani, che ora aggiunge ai suoi orologi-gioiello le nuove collezioni Mimosa e Notte di San Lorenzo, pregiate creazioni orafe che hanno registrato vendite interessanti nonostante un clima di generale contrazione.

    «L'orologio-gioiello fa parte del nostro Dna da quando ci siamo accorti che, a livello globale, l'offerta non è ampia e che molti marchi storici dell'orologeria erano più concentrati sull'uomo: così ci siamo ritagliati una nicchia che ha avuto lusinghiera accoglienza anche in ambito internazionale», spiega Giorgio Grassi Damiani, vicepresidente del Gruppo Damiani e amministratore delegato di Rocca 1794, la catena di boutique (12 in Italia e una in Svizzera) oggi controllata al 100% (altra acquisizione, fuori settore, è quella della storica vetreria Venini di Murano). «Presto apriremo un’altra boutique, a Fiumicino, e l'obiettivo è continuare a crescere guardando anche all'estero», racconta Damiani, spiegando che Rocca 1794 è stata nel tempo una preziosa alleata e il negozio di Milano un banco di prova importante.

    «Oggi la boutique milanese, completamente rinnovata, è un department store del lusso, dove la prima regola è l'accoglienza: abbiamo eliminato le barriere, creato un'area espositiva e un laboratorio post-vendita dove i clienti possono vedere in diretta il lavoro dei nostri artigiani», racconta Damiani. Una buona pratica che il gruppo auspica di poter esportare anche in altre boutique.

    © Riproduzione riservata