Impresa & Territori

Dossier Molteni&C cresce e si rafforza sul contract

Dossier | N. 46 articoliSalone del Mobile 2017

Molteni&C cresce e si rafforza sul contract

Un omaggio a Milano e a una delle componenti che meglio rappresentano questa città nel mondo: il suo design. Così nasce il progetto del nuovo Hotel Viu Milan: un Design Hotel 5 stelle che, dopo 18 mesi di cantieri, apre le sue 124 stanze a cinque stelle questo fine settimana, con l’obiettivo di essere pienamente a regime proprio in occasione nella settimana del design, dal 4 al 9 aprile.

Proprietaria del nuovo albergo situato nel quartiere di Porta Volta – dove è in corso un ampio progetto di riqualificazione urbanistica e immobiliare – è la famiglia Viscardi, che per il suo sviluppo ha investito circa 35 milioni di euro e ha affidato a Molteni&C Contract Division la realizzazione degli interni, su progetto dello studio di Nicola Galizia e ad Arassociati (questi ultimi autori anche degli esterni).

«Il progetto ci è subito piaciuto – racconta Giulia Molteni, responsabile marketing e comunicazione di Molteni&C-Dada, gruppo brianzolo dell’arredo-design che edita anche i marchi Unifor e Citterio – proprio per questo suo carattere di milanesità, a cui abbiamo reso omaggio con la riproposizione di alcuni pezzi di Gio Ponti, ma anche con arredi su misura disegnati sempre ispirandosi alle linee della tradizione milanese».

Per il gruppo si tratta del progetto più completo realizzato a Milano nel settore hotellerie attraverso la divisione Contract che, nata oltre 30 anni fa, è operativa a livello internazionale attraverso 11 filiali, per garantire servizi e rapidità alla clientela sui principali mercati: Stati Uniti e Canada, Francia e Gran Bretagna, Emirati Arabi e Qatar, India, Cina continentale e Hong Kong, Singapore e Australia.

Il contract rappresenta oggi il 35% del fatturato consolidato del gruppo che, nel 2016, ha superato i 300 milioni, con una crescita del 10%. Anche i dipendenti del gruppo sono aumentati, da 856 a 881 in tutto il mondo, di cui 788 in Italia. «Il contract è un segmento in forte espansione – conferma Giulia Molteni– e non solo nell’hotellerie». Il gruppo esegue forniture speciali anche per progetti residenziali, ristoranti e bar, negozi, musei e teatri, navi, uffici e centri direzionali. Tra gli ultimi lavori completati o in corso, le forniture per Cartier Mansion, la storica boutique sulla Fifth Avenue a New York; il Four Seasons di Miami; la consegna di 160 cucine Dada per la Moma Tower di Jean Nouvel, a Manhattan, che sarà pronta per il 2018; altre 300 cucine Dada e 1.275 pezzi Molteni per il progetto residenziale di Armani Casa di Miami, su 51 piani.

Ma la crescita del gruppo interessa anche il retail: dopo le aperture di Teheran e Johannesburg, a breve arriveranno il Vietnam e un nuovo monomarca in Giappone, a Osaka. «L’unico modo per consolidarsi sui mercati, anche quelli emergenti o poco battuti, è una presenza strutturata e diretta», commenta Giulia Molteni. Caratteristica che vale sia per il contract (attraverso filiali), sia il retail (attraverso monomarca e shop-in-shop). Una strategia che funziona, visto che le vendite del gruppo sono aumentate su tutti i mercati, Italia compresa, con performance particolarmente interessanti per Cina e Asia, e un primo bimestre del 2017 molto promettente.

© Riproduzione riservata