Impresa & Territori

Nasce la super Doc «delle Venezie»

vino

Nasce la super Doc «delle Venezie»

(Marka)
(Marka)

E' stata definita una “super Doc” per la sua estensione: la coltivazione del Pinot Grigio solo nel Triveneto costituisce l’85% della produzione complessiva nazionale e il 43% di quella mondiale, con circa 2 milioni di ettolitri (260 milioni di bottiglie) distribuiti su oltre 20mila ettari. Di questi 11.500 in Veneto, 6mila in Friuli Venezia Giulia e 2.800 nella sola provincia di Trento. L’Associazione temporanea dei produttori vitivinicoli trentini, friulani e veneti, che finora si è fatta carico del riconoscimento della nuova denominazione, si è data appuntamento nella cantina Vitevis, a Montecchio Maggiore (Vi), per dare il via al nuovo consorzio di tutela Doc “delle Venezie”. Per il futuro sarà il nuovo ente a occuparsi della promozione, protezione e gestione della denominazione.

Il Consorzio volontario di tutela vini Doc “delle Venezie” riunisce produttori e imbottigliatori trentini, veneti e friulani del Pinot Grigio. Una «formalità necessaria» secondo il presidente e produttore vitivinicolo veronese Albino Armani, «al fine di essere operativi alla data di adozione dei pertinenti provvedimenti ministeriali che consentiranno di utilizzare la fascetta a partire dai prodotti provenienti dalla vendemmia 2017».
«Un momento storico per i vitivinicoltori di tre regioni vocate – commenta il presidente di Coldiretti Vicenza Veneto, Martino Cerantola – in quanto verrà finalmente sancita e riconosciuta la denominazione di origine controllata. Un’operazione strategica dal punto di vista non solo vinicolo, ma anche per ciò che questa firma potrà significare sul piano del turismo enogastronomico di tre aree che hanno moltissimo da offrire». All’evento hanno partecipato anche i rispettivi assessori regionali all’agricoltura: Giuseppe Pan, Cristiano Shaurli e Michele Dallapiccola.

«Con la costituzione del consorzio di tutela vini Doc “delle Venezie”- dichiara il veneto Pan - è stata raggiunta un’altra tappa fondamentale della valorizzazione del Pinot Grigio. Il percorso che ha portato a questo risultato non è stato semplice, ma alla fine è stata dimostrata la massima convergenza sia da parte degli addetti al settore, sia da parte del mondo istituzionale. Il riconoscimento del marchio Doc “delle Venezie” garantirà a questa apprezzata varietà di guadagnare ulteriori quote di mercato in Italia e all’estero, ampliando ulteriormente le proprie potenzialità produttive».
Una operazione interregionale unica nel suo genere: per la prima volta che territori tra loro diversi per storia, tradizione e anche orientamento politico -una regione a statuto ordinario, una a statuto speciale e una provincia autonoma - hanno trovato una sintesi di questo tipo concentrandosi sull’obiettivo comune di portare a casa nuove opportunità per l’intero tessuto economico.
Il Pinot Grigio è la quarta varietà di uva coltivata in Italia con una crescita negli ultimi cinque anni pari al 144 per cento.

© Riproduzione riservata