Impresa & Territori

L’esperto: «Consumi ancora lontani dalla ripresa»

L’ANALISI

L’esperto: «Consumi ancora lontani dalla ripresa»

Benzina e ortaggi non indicano una ripresa dei consumi, la strada per uscire dalla fase deflattiva è ancora lunga. Luca Pellegrini, docente di marketing comportamenti di acquisto del consumatore alla Iulm ridimensiona lo scenario suggerito dai dati Istat sui prezzi al consumo e sulle vendite al dettaglio. L’«inflazione di fondo», come spiega la stessa Istat, è altra cosa, e registra a febbraio solo un incremento di un decimo di punto (+0,6%, dal +0,5% di gennaio), al netto dei prodotti energetici e degli alimentari freschi. «Il dato - spiega il docente - è ancora eccessivamente influenzato da componenti molto variabili, non sufficienti, al momento, a indicare una reale uscita da condizioni ancora molto piatte e deflattive».

Diversa la situazione in Germania, dove la situazione economica del paese sta giustificando una reale spinta inflattiva. In Italia siamo ancora di fronte a un clima di fiducia delle imprese commerciali non particolarmente espansivo. «Il dato di febbraio - ricorda Pellegrini - indica ancora stabilità, con oscillazioni impercettibili dall’inizio dell’anno scorso. In questi mesi non c’è stata una grande ripresa, neppure siamo in fase negativa: siamo fermi».

Le indicazioni sulle vendite al dettaglio offerte dalla media mobile mensile, sono positive, ma con oscillazioni di pochi punti percentuali, prossime allo zero. Identica situazione nella grande distribuzione.

«La fiducia a febbraio è leggermente calata, l’effetto di ripresa dei consumi registrato nella seconda metà del 2015 e all’inizio del 2016 si è arrestato - prosegue il docente -. Niente di grave, ma allo stesso modo niente di particolarmente confortante per un paese che si sta lasciando alle spalle anni di difficoltà».

Il sentiment dei consumatori è ancora piatto, e per questo motivo i dati di gennaio, che indicano un in cremento congiunturale dell’1,4% in valore e dell’1,1% in volume, sono da confermare e verificare nel tempo.

© Riproduzione riservata