Impresa & Territori

Fincantieri alla conquista dell’Asia: ecco la prima nave per il…

Crocieristica

Fincantieri alla conquista dell’Asia: ecco la prima nave per il mercato cinese

Molto più spazi dedicati all’intrattenimento e ampie aree adibite ai giochi per venire incontro ai gusti dei futuri passeggeri. E ancora, ponti coperti sulla sommità per proteggere dal sole, particolare finitura delle cabine e rivisitazione del design per intercettare le esigenze della clientela. Sono solo alcune delle novità di Majestic Princess, 145mila tonnellate di stazza, la prima nave da crociera costruita in Occidente per il mercato cinese e presentata oggi dall’ad di Fincantieri Giuseppe Bono alla presenza del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, nei cantieri di Monfalcone del gruppo, che ha costruito questo colosso del mare per Princess Cruises, uno dei brand del gruppo Carnival.

La costruzione della Majestic Princess

Un mercato dall’enorme potenziale
Comincia da qui, dunque, la conquista di Fincantieri di un mercato, come quello cinese, dai numeri assai significativi. Lo dicono le ultime previsioni formulate dalla Clia (la più grande associazione di settore), che stima una crescita impetuosa: già nel 2015, si è registrato un milione di passeggeri nel 2015. E, per i prossimi anni, i volumi sono attesi in aumento e dovrebbero arrivare a 4,5 milioni nel 2020, mentre per il 2030, sulle navi da crociera cinesi sono previsti tra gli otto e i dieci milioni di passeggeri. Ciò significa che il mercato cinese è destinato a diventare il primo in assoluto al mondo.

Gli interni di questo gigante del mare

Mossa doppia per conquistare la Cina
Il ceo di Fincantieri, Giuseppe Bono, ha capito per tempo quanto fosse importante non voltare le spalle al gigante asiatico.

E, non senza attirarsi qualche critica miope, ha prima siglato a luglio scorso un accordo per l'avvio di una joint venture con China State Shipbulding Corporation (Cssc), e poi, a settembre, ha sottoscritto un'altra intesa, con Carnival e Cic Capital, per costruire le prime nuove navi da crociera realizzate in Cina per il mercato locale e asiatico e modulate sulle loro esigenze, con la prima consegna prevista nel 2022.

La partnership con Cssc
Con quest’accordo, il gruppo triestino è il primo tra gli europei a mettere piede nel mercato cinese. Le navi saranno realizzate presso i cantieri navali di Waigaoqiao Shipbuilding a Shanghai (Sws), operati da China State Shipbuilding Corporation, sulla base di una piattaforma tecnologica concessa in licenza alla joint-venture e al cantiere di Sws da Fincantieri. Quest’ultima, in base all'intesa, sarà chiamata anche a fornire anche servizi di consulenza specifici e alcuni componenti chiave della navi.

Majestic Princess, la messa a mare della nave

© Riproduzione riservata