Impresa & Territori

A Chieti superbottega in caldareria

OIL&GAS

A Chieti superbottega in caldareria

Numerose, in giro per l’Italia, sono le imprese che negli ultimi due anni hanno aderito con entusiasmo all’alternanza scuola-lavoro. Più raro il caso di aziende che hanno addirittura investito – e di tasca propria – nello sviluppo del progetto. Succede a Chieti, dove ha sede la Walter Tosto, marchio da 57 anni sinonimo di caldareria Made in Italy, al servizio di settori come oil & gas, energetico, petrolchimico, industria alimentare e farmaceutica.

Il gruppo che conta 500 dipendenti e ha chiuso il 2016 con un fatturato di 100 milioni investe 2 milioni per la realizzazione di una palazzina “bottega” in cui, a partire dall’anno scolastico 2017/2018, verranno ospitati 20 giovani che parteciperanno a un corso di formazione per specializzarsi nel comparto della caldareria. Di questi 20, alcuni rimarranno in azienda, gli altri potranno spendere il titolo acquisito presso tutte le altre realtà del settore, anche concorrenti. «Il percorso – spiega l’ad Luca Tosto – non è nuovo: abbiamo approcciato l’alternanza addirittura cinque anni fa, con i primi progetti pilota. Molti dei ragazzi che sono entrati nel nostro stabilimento ci sono rimasti dopo il diploma. Qualcuno, invece, lo ha lasciato per continuare gli studi all’università, con l’auspicio di tornarci con ancora maggiori competenze».

La Walter Tosto è completamente proiettata sull’orizzonte della formazione: in collaborazione con l’Iis “Pomilio di Chieti” ha ideato la qualifica professionale in “operatore di caldareria”, riconosciuta dalla Regione Abruzzo. Si può ottenere al terzo anno di istituto professionale. Gli investimenti in Ricerca & Sviluppo hanno un ruolo centrale nella business strategy del gruppo che stanzia in questa direzione 5 milioni l’anno. Walter Tosto, inoltre, si è recentemente aggiudicata due commesse internazionali del valore di oltre 10 milioni. Per la tedesca Air Liquid realizzerà apparecchi licenziatari che andranno a far parte dell’impianto Yuhuang St. James Parish Methanol in Louisiana, per l’Enea costruirà i contenitori dei super conduttori del reattore nucleare sperimentale JT-60SA da 660 milioni, progetto, in partnership con il Giappone. Come mai insiste così tanto sulla formazione? «Lo facciamo – risponde l’amministratore delegato – innanzitutto per noi. È sempre più difficile individuare sul mercato profili professionali capaci di soddisfare le nostre esigenze. Abbiamo stimato che creare una vera e propria scuola-bottega all’interno dell’azienda ci consentirà di risparmiare dai due ai tre anni di processo di inserimento per i neo-assunti».

Dal prossimo anno scolastico per gli iscritti dei due istituti tecnici e professionali che collaborano con la Walter Tosto ci sarà insomma la possibilità di frequentare lezioni teoriche al mattino e nel pomeriggio sperimentare sul campo quanto appreso. Con tanto di intervallo in mensa aziendale. Se non è alternanza scuola-lavoro questa…

© Riproduzione riservata