Impresa & Territori

Per la guida Michelin, la Reggia di Venaria è come Versailles

cultura e turismo

Per la guida Michelin, la Reggia di Venaria è come Versailles

(Agf)
(Agf)

Tre stelle Michelin per la Galleria Grande della Reggia di Venaria (Torino), esattamente come per la Galleria della Reggia di Versailles. Ed il riconoscimento è arrivato proprio dai francesi che, sulla nuova guida Italie du Nord, hanno premiato non solo la Galleria ma anche la stessa Reggia di Venaria nel suo insieme. E Philippe Orain, responsabile editoriale Francia della Michelin, ricorda che Torino ha tre stelle, come città, sin dal 2008 e complessivamente ha ottenuto 90 stelle per musei, palazzi, piazze, panorami. Considerando anche le aree periferiche si sale a 115 stelle.

Per la guida verde, dunque, Torino è una delle più importanti città mondiali da visitare, in cui fermarsi almeno quattro o cinque giorni, con la consapevolezza che ne servirebbero molti di più per conoscere davvero la capitale sabauda.

Un ulteriore riconoscimento da parte transalpina arriverà il prossimo anno con la pubblicazione di una guida tascabile, sempre in francese, dedicata alla città, alle Langhe e al Monferrato. «L’impresa più difficile - ha ammesso Orain - sarà quella di individuare solo dieci aspetti da approfondire, perché l’offerta di qualità è molto più ampia».

Per Alberto Sacco, assessore al Turismo della città di Torino, il riconoscimento francese è ovviamente motivo di soddisfazione, «ma dobbiamo e possiamo fare di più, anche in collaborazione con il territorio circostante». D’altronde proprio una delle caratteristiche più apprezzate dalla Michelin, l’enogastronomia, vede una stretta alleanza tra Torino ed i territori di Langa e Roero.

Anche in occasione della finale europea del Bocuse d’or, premio non a caso dedicato ad un grande chef francese. E anche Antonella Parigi, assessore al Turismo della Regione Piemonte, insiste sulla necessità di un maggiore impegno non solo per aumentare il numero dei turisti, ma soprattutto per incrementare le presenze: se i visitatori si fermeranno di più, potranno conoscere ed apprezzare un territorio che offre aspetti estremamente diversi, dai laghi alle montagne, dalle città d’arte alla collina. Ma sempre con livelli di qualità elevati.

© Riproduzione riservata