Impresa & Territori

Spirale cresce con stivali e calzature invernali e assume 35 persone

Trentino

Spirale cresce con stivali e calzature invernali e assume 35 persone

Un piano di modernizzazione e sviluppo con 35 nuove assunzioni, che portano a 100 gli addetti. L’azienda Spirale occupa oggi, nello storico stabilimento di Cinte Tesino, 65 addetti: i suoi prodotti sono conosciuti soprattutto all’estero, e oltre l’80% dei ricavi derivano infatti dall'export. Con la Provincia autonoma di Trento e Trentino Sviluppo Spirale ha concordato un piano di investimenti che ne accresceranno la competitività grazie a innovazione tecnologica e al lancio di nuovi prodotti ad alto valore aggiunto.

L’azienda investirà 4 milioni per il nuovo lay-out dello stabilimento, per adeguamenti impiantistici e l’acquisto di nuovi macchinari, come quelli per la produzione di calzature in poliuretano espanso, aprendo al contempo in Bassa Valsugana un nuovo magazzino di stoccaggio dei materiali e dei prodotti finiti per servire al meglio i principali mercati esteri (in particolare quello tedesco). Fondata nel 1975, Spirale produce da oltre 40 anni calzature in materiali plastici, come resine Pvc e gomme termoplastiche, offrendo una vasta gamma di prodotti che comprende stivali per il tempo libero, da pioggia, ad uso sportivo e doposci, ma anche stivali da lavoro certificati secondo i più alti standard europei in materia di sicurezza. Nel 2009 l’acquisizione del ramo d’azienda della ex Rontani, realtà leader in Italia nella produzione di calzature in Pvc e gomma sintetica. Nel 2012 il gruppo torinese Ersel e il gruppo bolognese B. Group sono entrati con una quota del 75% del capitale di Spirale. Tra gli azionisti sono tuttora presenti i due figli del fondatore, i fratelli Badio.

A Cinte Tesino la principale sede produttiva occupa una superficie di circa 6mila metri quadrati dove avvengono le fasi di stampaggio delle calzature mediante l’utilizzo di tre presse rotative a iniezione e il successivo finissaggio. Qui vengono prodotti oltre 1 milione di paia l’anno tra doposci in gomma termoplastica e stivali foderati multiuso, e sempre in questo sito viene effettuato il controllo qualità di tomaie e collarini. Prodotti che si sono affermati, in particolare gli stivali canadesi e invernali in Pvc, sui nuovi mercati dell’Europa orientale e non solo, tanto da decidere di investire nello sviluppo del sito.

Il progetto, presentato a Trentino Sviluppo, è stato appoggiato dalla Provincia di Trento come opportunità di consolidare il settore manifatturiero su un territorio delicato, accrescendo al contempo l’occupazione nell’Altopiano del Tesino. Il protocollo d’intesa siglato fra le parti prevede l’acquisto dello stabilimento di Cinte Tesino da parte di Trentino Sviluppo, da perfezionarsi entro aprile 2017, mentre Spirale continuerà ad utilizzarlo in virtù di un contratto di locazione a condizioni di mercato.

Grazie alla partnership con la Provincia di Trento e con Trentino Sviluppo, Spirale investirà nella modernizzazione dello stabilimento e nell’acquisto di macchinari ad alta tecnologia, come quelli richiesti per la produzione di calzature in poliuretano espanso. Oltre agli investimenti, mirati a favorire la crescita della competitività aziendale, saranno avviate collaborazioni con l’Università degli Studi di Trento e gli altri enti di ricerca presenti sul territorio. Anche i legami con il mondo della formazione saranno rinsaldati: Spirale aderirà al programma provinciale Garanzia Giovani che fornisce a studenti e neodiplomati residenti sul territorio occasioni di tirocinio e lavoro nelle imprese trentine.

© Riproduzione riservata