Impresa & Territori

Siemens distribuirà in Germania piattaforma cardiologica di Esaote

biomedicale

Siemens distribuirà in Germania piattaforma cardiologica di Esaote

Lo stabilimento Esaote a Genova Multedo
Lo stabilimento Esaote a Genova Multedo

Ebit, società di information technology del gruppo Esaote, specializzato in apparecchiature biomedicali, ha siglato un accordo triennale con Siemens Healthineers. L’intesa permetterà di distribuire sul mercato tedesco Suitestensa Cvis (Cardiovascular information system), una innovativa piattaforma informatica integrata dedicata alla cardiologia. La nuova partnership è stata annunciata a Mannheim, in occasione del Congresso della Società tedesca di cardiologia.

Sviluppato da Ebit, il sistema informativo cardiovascolare Suitestensa è una piattaforma completa, che consente al medico di archiviare, gestire e condividere dati, referti e immagini cliniche prodotte da qualsiasi apparecchiatura di indagine cardiologica.

«Rendendo accessibile l’intera storia clinica del paziente su un’unica piattaforma digitale - spiega una nota di Esaote - Suitestensa assicura un percorso diagnostico completo ed accurato, riducendo tempi e costi».
Siemens Healthineers ha, dunque, scelto Ebit come partner, nell’ambito di una strategia volta a offrire ai medici la possibilità di aumentare l’efficienza del flusso di lavoro in cardiologia.

«Abbiamo fortemente voluto questo accordo – ha commentato Franco Fontana, ad di Ebit - perché abbiamo identificato notevoli sinergie con Siemens Healthineers. In questa azienda abbiamo individuato il partner ideale per agevolare la nostra strategia di espansione sui mercati internazionali».

L’accordo, che inizialmente avrà una durata triennale e poi potrà essere rinnovato di anno in anno, «permetterà infatti a Siemens - prosegue Fontana - di distribuire la piattaforma Suitestensa dapprima in Germania e successivamente negli altri Paesi del mondo. Il potenziale impatto di questo accordo è altissimo, come lo sono le nostre aspettative».

La partnership tra Ebit e Siemens Healthineers, coclude la nota, «conferma la volontà del gruppo Esaote di proseguire nel programma di sviluppo ed espansione delle sue attività core, consolidando la sua presenza sui mercati internazionali e incrementando il suo posizionamento anche nel settore altamente innovativo dell’information technology in sanità».

Il gruppo Esaote ha totalizzato, nel 2016, un fatturato consolidato di 270 milioni di euro e conta circa 1.250 addetti, il 50% dei quali basati fuori Italia. Ebit è una delle tre società di information technology del gruppo ed è dedicata allo sviluppo di sistemi software per processi diagnostici in cardiologia, cardiochirurgia e interventistica radiologica.

© Riproduzione riservata