Impresa & Territori

Concerti, Live Nation Italia acquisisce Indipendente

industria musicale

Concerti, Live Nation Italia acquisisce Indipendente

Da mesi gli operatori di settore guardavano in questa direzione. Alla fine il deal si è consumato: il gruppo Live Nation Italia ha acquisito Indipendente concerti, consolidando ancora di più la propria posizione di leadership nel mercato della musica dal vivo, il cui valore qui da noi oscilla intorno ai 300 milioni. Anche grazie ad alcuni eventi tradizionalmente legati al marchio Indipendente come I-Days, il festival che dal 15 al 18 giugno porterà nel parco di Monza artisti internazionali del calibro di Green Day, Radiohead, Linkin Park e Justin Bieber.

Indipendente Concerti era stata fondata dal promoter Corrado Rizzotto al termine della sua esperienza al timone di Vivo Concerti (gruppo Warner), così da raccogliere l'eredità della vecchia Indipendente Eventi e Concerti che, a partire dalla metà degli anni Novanta, aveva portato in giro per l’Italia nomi nobili del panorama indie come Muse, Franz Ferdinand, Black Keys e Sigur Ros, oltre agli stessi Radiohead. A quanto risulta al Sole 24 Ore, Indipendente Concerti dopo un periodo di convivenza con il marchio Live Nation sarà definitivamente assorbita dalla società guidata da Roberto De Luca.

Dalla partnership tra Rizzotto e De Luca nasce anche Firenze Rocks, kermesse presentata qualche settimana fa alla stampa che ospiterà all'Ippodromo del Visarno, dal 23 al 25 giugno, nomi da sempre legati ai due promoter come Aerosmith, Placebo, Eddie Vedder, Cranberries e System of a Down. Perché in questo settore spesso e volentieri il rapporto di fiducia che il promoter riesce a istaurare con l’artista è decisivo, tanto da far sì che il secondo segua il primo quando cambia società.

Il 2017 si conferma insomma un anno di grandi manovre sul versante live music. Il dibattito sul secondary ticketing che, dai social network, si è spostato alle aule della politica fino a quelle di Tribunale, con un’inchiesta in corso che ha toccato gli stessi vertici di Live Nation, non ha scalfito la leadership della società partecipata dalla multinazionale Live Nation Entertainment, il cui peso economico vale quasi la metà dell'intero giro d’affari di settore. In estate con la scadenza dell’accordo Panischi – deal 15ennale da 15 miliardi di vecchie lire che lega quasi tutti i principali promoter in esclusiva a TicketOne – debutterà in Italia Ticketmaster, società di bigliettazione dello stesso gruppo Live Nation. La storia, per un settore in crescita costante da ormai tre anni, è tutta da scrivere.

© Riproduzione riservata