Impresa & Territori

1/11 La mappa della ripresa / La classifica generale

    le classifiche del sole 24 ore

    La mappa dell’Italia che cerca di uscire dal tunnel della crisi

    Dieci istantanee di un Sistema Paese che, a fatica, cerca di lasciarsi alle spalle la lunga crisi. Rispetto al 2013, anno in cui si sono registrate alcune delle peggiori performance sul piano economico, oggi si vedono i primi spiragli di miglioramento a macchia di leopardo sul territorio italiano. Ma in quale delle 103 province italiane si registrano i principali progressi e dove, invece, la crisi si è aggravata? Attraverso l'analisi di dieci indicatori economici, Il Sole 24 Ore del Lunedì ha stilato una classifica: Bergamo risulta la città che ha saputo reagire meglio alla crisi, con la migliore performance rispetto al 2013; Aosta e Rieti invece si posizionano sul fondo

    1/11 La mappa della ripresa / La classifica generale

    Nel luglio 2014 Il Sole 24 Ore del Lunedì ha fatto un tour tra le province misurando gli effetti della crisi nel quinquennio dal 2009 al 2013. Oggi utilizzando gli stessi indicatori è stato passato al setaccio il periodo 2013-2016 per individuare progressi e regressi.

    La disoccupazione è tra le prime emergenze che ogni governo cerca di affrontare e nel periodo considerato c'è stata una evoluzione a macchia di leopardo con cali, soprattutto nel Nord, e aumenti a due cifre. A Bergamo, la provincia che nella classifica generale conquista il gradino più alto del podio, si attesa al 5,3%, uno dei tassi tra i più bassi del Paese. Si punta sempre di più sull'istruzione che viene considerata come l'antidoto alla precarietà con un rapporto tra laureati e giovani under 30 in miglioramento del 4,4% arrivando al 77,5 per mille. Un fenomeno che coinvolge i due terzi delle province analizzate.

    LA MAPPA DELLA RIPRESA, CITTA’ PER CITTA’
    (Fonte: elaborazione Sole 24 Ore su dieci indicatori)

    © Riproduzione riservata