Impresa & Territori

I grandi marchi della nautica tornano al Salone di Genova

Fiere

I grandi marchi della nautica tornano al Salone di Genova

(Ansa)
(Ansa)

Ritorno di grandi marchi della nautica italiana e straniera, in primis Azimut e Baglietto, e conferma, già a luglio, della presenza del 96% dei partecipanti dell’edizione 2016, il 58% dei quali ha chiesto spazi maggiori. Sono alcuni degli elementi che prefigurano come il 57° Salone Nautico di Genova, in programma dal 21 al 26 settembre 2017 negli spazi della ex Fiera di Genova, si avvii ad essere inaugurato sotto buoni auspici.

A darne conto è stata Carla Demaria, presidente di Ucina, la Confindustria nautica, che ha dato i primi numeri della kermesse insieme al neosindaco di Genova, Marco Bucci. Proprio la presenza del primo cittadino, che ha dichiarato di voler essere parte attiva nell’organizzazione dell’accoglienza in città dei visitatori del Salone, ha segnato una svolta nei rapporti tra l’associazione che organizza il Nautico e il Comune. Rapporti che, negli anni passati e con altre giunte, non sempre erano stati facili.

«Stiamo mettendo le fondamenta – ha detto Bucci - per un grande Salone nautico con Ucina: una manifestazione che sarà veramente differente rispetto agli anni precedenti e darà l’immagine di come, insieme al Salone, anche la città voglia contribuire alla rinascita e al rinnovamento della nautica. Genova dimostrerà di saper essere ospitale e lo farà con diverse iniziative durante il Nautico, tra le quali l’apertura degli storici palazzi dei Rolli e dei musei, spettacoli al Teatro Carlo Felice, offerte turistiche su misura nonché la disponibilità di parcheggi gratuiti per i visitatori della manifestazione».


«Non possiamo partecipare con cash del Comune – ha concluso il sindaco – ma possiamo portare un’offerta di infrastrutture e servizi forte e convincente. Vogliamo davvero marcare un cambio di passo per rendere Genova più accogliente che mai in occasione del Salone».

Una posizione accolta con grande favore dalla Demaria. «Ci sono tutte le premesse, con la nuova amministrazione comunale -ha detto il presidente di Ucina -per fare il salone che in precedenza sapevamo fare senza avere le condizioni per farlo: oggi tutte le istituzioni del territorio ci accompagnano come mai prima».

Inoltre, ha aggiunto, «possiamo contare sulla solida crescita del mercato che vede una proiezione per il 2016 a +18%. Lo scorso aprile avevamo dato numeri rassicuranti, ma l’evoluzione, a oggi, è ancora più favorevole. In particolare, siamo fieri dei rientri di grandi marchi italiani e stranieri tra cui Azimut Yachts, alla cui flotta abbiamo riservato un posto d’onore, Baglietto (che porterà a Genova anche le barche della controllata Bertram Usa, ndr), FourWinns, Galeon, Sea Ray, Scarab, WellCraft e Zodiac, a conferma della centralità del Nautico nel panorama espositivo europeo e mondiale».

La Demaria ha poi sottolineato che la prossima edizione del Salone potrà disporre di un aumento di circa 4mila metri quadrati della potenzialità di capienza rispetto al 2016 e di una riorganizzazione della nuova Darsena, la marina che ospita gli yacht a motore, che ospiterà 62 imbarcazioni in più rispetto allo scorso anno.

Andrea Razeto, vicepresidente di Ucina ha sottolineato: «Quale operatore della nautica ed espositore voglio testimoniare come, in questi ultimi anni, il Salone abbia registrato un cambio di passo».

© Riproduzione riservata