Impresa & Territori

Al via lo shopping center MondoJuve alle porte di Torino

CALCIO&BUSINESS

Al via lo shopping center MondoJuve alle porte di Torino

Oltre quindici anni di gestazione, passando attraverso quattro diversi progetti. Ha aperto i battenti il primo lotto di MondoJuve, lo shopping center del Gruppo Gilardi realizzato alle porte di Torino, tra Nichelino e Vinovo, a ridosso del training center della Juventus. Duecento milioni di investimento globale, sostenuto da Unicredit per circa 84 milioni, con il Gruppo Bennet che inaugura il suo punto vendita numero 62 in Italia – è il 25esimo in Piemonte, prima regione dopo la Lombardia – e una galleria commerciale con un centinaio di insegne, per un fatturato sui 100 milioni di euro.

L’idea, ricorda Alessandro Gilardi presidente del Gruppo, prende forma del 1999, quando la Juventus acquista i terreni. Qualche anno dopo, nel 2006, la decisione di cedere il progetto dell’area commerciale al Gruppo Gilardi mantenendo però la proprietà di una parte dell’area, dove entro il 2020 dovrebbe sorgere l’area dedicata all’intrattenimento. Un concept, quest’ultimo, in fase di messa a punto e che porterà il “marchio” del Club banconero.

Circa un migliaio gli addetti impiegati nella nuova area, che si arricchirà di un parco di due ettari attraversato da pista ciclabile. «Abbiamo realizzato un progetto innovativo – racconta Gilardi – caratterizzato da una architettura lineare, grande disponibilità di spazi e luminosità, inserita in un contesto naturale molto ricco, a ridosso della residenza sabauda di Stupinigi e con una dotazione viabilistica all’avanguardia».

La superficie commerciale del primo lotto “misura” circa 40mila metri quadri, il secondo lotto dovrebbe essere pronto a fine 2018 e che ospiterà il retail park. La chiusura del cerchio è attesa per il 2020 quando dovrebbe essere pronto lo spazio dedicato all’intrattenimento ad oggi di proprietà della Juventus. «La collaborazione con la società è a 360 gradi – aggiunge Gilardi – abbiamo alle spalle vent’anni di collaborazione e di progetti realizzati, dal nuovo stadio all’area della Continassa. Il progetto finale è ancora allo studio e potrebbe esserci in futuro anche l’occasione per un ampliamento».

Frutto di un milione di ore di lavoro, con in media 250 persone al giorno sul cantiere e 50 aziende coinvolte, l’area MondoJuve a regime – data stimata per il completamento è il 2020 – si estenderà su 80mila metri quadri, considerando i tre lotti del progetto. Il potenziale commerciale della nuova area realizzata a sud di Torino parla di circa 1,2 milioni di persone nel raggio di 20 minuti, 2 milioni se si supera la mezz’ora. Concorrenza agguerrita e mercato maturo, da un lato, dall’altro spazi commerciali al completo. In una fase, sottolinea Gilardi, in cui gli indici di fiducia sono in ripresa.

© Riproduzione riservata