Impresa & Territori

Al Politecnico le Ferrovie portano in aula un corso sulla mobilità

Università&trasporti

Al Politecnico le Ferrovie portano in aula un corso sulla mobilità

Fotogramma
Fotogramma

Accordo tra una grande azienda (Fs Italiane) e un grande ateneo (Politecnico di Milano) per sviluppare attività congiunte di formazione e orientamento degli studenti universitari. L’intesa è stata siglata ieri a Milano da Renato Mazzoncini, amministratore delegato di Ferrovie Italiane e Ferruccio Resta, Magnifico Rettore del Politecnico. La novità principale dell’accordo Fs-Politecnico è l’introduzione dell’insegnamento Mobility: Infrastructure and Services (interamente in lingua inglese), inserito nel secondo anno della laurea magistrale in Ingegneria Elettrica e Meccanica.

Il corso è stato avviato ieri, al Campus Bovisa, da una Lectio Magistralis di Mazzoncini, titolare del corso, che ha illustrato agli studenti le strategie e gli obiettivi del gruppo Fs Italiane che con il piano industriale 2017-2026 è impegnato nel trasformarsi da grande operatore del trasporto ferroviario nazionale a importante player europeo della mobilità collettiva integrata. Gli studenti avranno tempo fino al 2 ottobre per scegliere il nuovo corso di studio, personalizzando così il proprio Piano di studi autonomo. Inoltre, sono disponibili dieci borse di studio, del valore di 2.500 euro ciascuna.

Il termine per presentare - attraverso il sito internet del Politecnico di Milano - le domande scade il 6 ottobre 2017.

Il corso (62 ore di lezione) sarà articolato, fra il 22 settembre e il 18 dicembre 2017, in project work e visite tecniche, con testimonianze, docenze e laboratori pratici dei top manager delle società del gruppo Fs Italiane. Obiettivo: offrire agli studenti, per sviluppare nuovi scenari di mobilità, una visione sistemica sul mondo dei trasporti (servizi a mercato, servizi universali media-lunga percorrenza, servizi regionali, Tpl e merci) e della mobilità integrata, delle infrastrutture ferroviarie e stradali, delle stazioni come hub di intermodalità, e infine del nuovo concetto di customer experience.

© Riproduzione riservata