Impresa & Territori

Per Walter Tosto 80 milioni di commesse dai big del petrolio e…

CALDARERIA

Per Walter Tosto 80 milioni di commesse dai big del petrolio e dell’energia

  • –di

Il gruppo italian o Walter Tosto, leader nella caldareria, quartier generale a Chieti, si è aggiudicato tre ordini del valore complessivo di oltre 80 milioni di euro, dalla società saudita Saudi Aramco, il più grande produttore di petrolio al mondo. Una di queste commesse, che ammonta a circa 20 milioni di euro, è diretta all’ammodernamento della raffineria di Riad, per ridurre le emissioni nocive prodotte dalla combustione di carburante nel rispetto delle attuali normative internazionali. Per l’”Upgrade Hydroprocessing Integrity Project” verranno forniti 8 Hydrocracker Reactors.

Si tratta di reattori del peso di circa 2mila tonnellate che al termine della realizzazione saranno spediti dal porto di Ortona. L’ordine è stato commissionato da Saudi Aramco Overseas direttamente a Walter Tosto, senza intermediari, ovvero senza passare attraverso la gestione di un main contractor.

A questo ha fatto seguito un altro ordine da quasi 10 milioni di euro per la fornitura di 31 Pressure Vessels per il progetto di ammodernamento della Raffineria di Ras Tanura, sulla costa orientale dell’Arabia Saudita. L’operazione – denominata “Clean Fuel”, ovvero “carburante pulito” – prevede l’adeguamento agli standard internazionali relativi al contenuto di zolfo e micro-particelle nei prodotti di combustione dei carburanti. La fornitura verrà consegnata nei tempi record di 13 mesi. La raffineria di Ras Tanura è la più grande dell’Arabia Saudita e una delle più grandi raffinerie di petrolio a livello mondiale con una capacità di raffinazione di 550mila barili al giorno.

Il terzo contratto, del valore di oltre 50 milioni di euro, Walter Tosto se l’è aggiudicato come capo commessa di un’associazione temporanea di impresa costituita ad hoc con altre due primarie aziende italiane di caldarerie ed emesso da Saipem spa in qualità di main contractor. L’ordine prevede la fornitura di 15 Gasification Reactors e 15 Syngas Effluent Coolers per la costruzione della centrale elettrica a gas più grande al mondo, che verrà realizzata accanto alla nuova raffineria e al terminale di Jazan. La centrale utilizzerà la tecnologia della gassificazione (Integrated Gasification Combined Cycle) e sarà alimentata principalmente con i residui della distillazione sotto vuoto ottenuti nella raffineria, nonché con olio combustibile ad alto tasso di zolfo. La centrale fornirà energia elettrica alla raffineria ma anche alla rete elettrica nazionale.

Walter Tosto è stata scelta anche dai giapponesi della Shin-Etsu Chemical, la più grande azienda chimica del Sol Levante e uno dei primi produttori di PVC nel mondo. Consolidando un rapporto iniziato nel 2014, la Walter Tosto si è aggiudicata una ulteriore commessa del valore di 5 milioni di euro che prevede la fornitura di due reattori (Oxychlorination Reactors) destinati al nuovo impianto Ethylene a Plaquemine, lungo il fiume Mississippi, in Louisiana. Per l’impianto il gruppo giapponese investirà 5 miliardi di dollari.

Gli investimenti in Ricerca & Sviluppo hanno un ruolo centrale nella business strategy del Gruppo, che stanzia per questo settore 5 milioni di euro l’anno. Walter Tosto, con i suoi 500 dipendenti in tutto il mondo, ha un fatturato annuo di circa 100 milioni di euro con un ebitda del 10%.

© Riproduzione riservata