Impresa & Territori

Da Ferrovie Nord gara da 1,1 miliardi per cento nuovi treni

trasporti

Da Ferrovie Nord gara da 1,1 miliardi per cento nuovi treni

Prosegue l’azione di Ferrovie Nord Milano (Fnm) volta al rinnovamento radicale della flotta entro il 2025. L’obiettivo della società è «offrire un servizio ancora migliore» agli oltre 700mila pendolari che ogni giorno viaggiano sui treni lombardi. Ieri, con l’invio della richiesta d’offerta alle aziende iscritte nel sistema di qualificazione di Fnm, è stata formalmente lanciata la seconda delle tre gare per la fornitura di treni per il servizio ferroviario regionale. La fornitura prevista è di cento treni. La prima gara, avviata da Ferrovie Nord lo scorso 11 ottobre, riguardava l’acquisto 31 convogli a media capacità (200 posti a sedere) per un importo stimato di 217 milioni di euro.

La seconda gara riguarda i convogli ad alta capacità (400-500 posti a sedere). Il finanziamento previsto per questa seconda fornitura è di 1,16 miliardi di euro. Le imprese interessate potranno presentare un’offerta entro le ore 12 del 18 gennaio 2018. Nelle prossime settimane sarà avviata la terza e ultima gara per i treni diesel (30 convogli). Nel complesso, le tre gare dovranno portare all’acquisto, da parte di Fnm, di 161 nuovi treni per un impegno finanziario globale di 1,607 miliardi di euro, in attuazione di quanto previsto dalla delibera della Giunta regionale della Lombardia dello scorso 24 luglio. «Stiamo rapidamente completando - commenta il presidente di Fnm, Andrea Gibelli - il programma stabilito tra luglio e agosto con Regione Lombardia».

Intanto Alstom, il costruttore francese di treni che vanta una forte presenza industriale anche in Italia, ha ottenuto in Marocco un ordine da 45 milioni di euro per la fornitura di altri 22 tram Citadis alla città di Rabat. Anche l’Italia è coinvolta nel progetto, con il sito di Sesto San Giovanni, alle porte di Milano, che fornirà il sistema di trazione. I tram Citadis saranno progettati e prodotti a La Rochelle, in Francia. Gli altri siti francesi coinvolti saranno Le Creusot per i carrelli, Villeurbanne per l’elettronica di bordo e i sistemi informativi per i passeggeri, Tarbes per i moduli di alimentazione e i sezionatori e Saint-Ouen per la progettazione.

Ieri, infine, Trenitalia e Regione Calabria hanno presentato i nuovi collegamenti Frecciargento con Roma. Con l’entrata in vigore del nuovo orario invernale, il prossimo 10 dicembre, partiranno due nuovi collegamenti giornalieri veloci con Frecciargento che consentiranno di spostarsi tra la Calabria e la capitale in meno di cinque ore. Salgono così a quattro le corse veloci, tra andata e ritorno, che collegheranno ogni giorno Roma e Reggio Calabria.

© Riproduzione riservata