Impresa & Territori

Dossier Cartier celebra il primo secolo del suo Tank

    Dossier | N. 48 articoliRapporto Orologi

    Cartier celebra il primo secolo del suo Tank

    La novità del centenario. Il Tank Française in acciaio con i diamanti sui brancard laterali è proposto in due misure
    La novità del centenario. Il Tank Française in acciaio con i diamanti sui brancard laterali è proposto in due misure

    Cent’anni fa nasceva il Tank, uno degli orologi più emblematici di Cartier, nonché uno dei primissimi orologi da polso della storia. Frutto di una delle grandi intuizioni di Louis Cartier, uomo di straordinaria cultura e grande collezionista, che all’epoca guidava la maison parigina, questo modello ha infatti il merito di aver segnato una svolta importante nel design dell’orologio da polso; tra tanti timidi tentativi di trasferire sul polso il design classico e rotondo degli orologi da tasca, aggiungendo un cinturino in pelle e poco di più, Louis Cartier sceglieva un design di forma e linee squadrate, creando una separazione netta con l’orologeria del diciannovesimo secolo. Da questo punto di vista, il Tank continuava un percorso iniziato nei primissimi anni del Novecento con la creazione del Santos, orologio da polso, anch'esso di forma squadrata, creato per il pioniere dell’aviazione e amico di Louis Cartier, Alberto Santos Dumont.

    In entrambi i casi, come sempre è avvenuto nella storia, l’orologeria rispondeva al mutare delle circostanze, degli stili di vita e, in definitiva, delle esigenze dei clienti. Nel caso del Tank, poi, pare addirittura che l’ispirazione sia venuta a Louis Cartier osservando i disegni, o forse qualche fotografia, dei primi carri armati, quelli messi in campo dagli inglesi nella battaglia della Somme, in pieno conflitto mondiale, nell’autunno del 1916. Un’architettura estremamente semplice, che ricorda la forma della lettera H, nel quale i brancard laterali corrisponderebbero ai cingoli e la cassa vera e propria all’abitacolo del veicolo: detto fatto, per la fine della guerra i primi esemplari del Tank erano pronti, mentre per arrivare ad una produzione di serie bisognò aspettare un paio d’anni (1919).

    Quel che più conta, è che il Tank ha rappresentato da allora lo stile Cartier e uno degli orologi più amati dal jet-set internazionale. Straordinaria la sua capacità di esprimere diverse anime, che nel corso dei suoi 100 anni di vita hanno determinato la nascita di linee diverse: accanto al classico Tank Louis Cartier, particolarmente apprezzati il Tank Américaine e il Tank Française, lanciati rispettivamente nel 1989 e nel 1996. Il primo si caratterizza per una cassa rettangolare più allungata, con profilo curvato per aderire meglio al polso e brancard arrotondati. Novità molto interessante legata al centenario è la sua prima versione in acciaio, declinata nelle misure piccola (con movimento al quarzo) e nelle misure media e grande (con movimento automatico).

    Autentica trasformazione del vocabolario Tank, il Tank Française è il volto più moderno della collezione. Novità del centenario, in questo caso, l’abbinamento dell’acciaio con i diamanti sui brancard laterali; l’orologio è proposto in due misure, con movimento al quarzo.

    © Riproduzione riservata