Impresa & Territori

Dossier Da Audemars Piguet il «martellato» da uomo

    Dossier | N. 48 articoliRapporto Orologi

    Da Audemars Piguet il «martellato» da uomo

    L'orologio Audemars Piguet Royal oak frosted gold limited edition 41 mm in oro bianco costa 56.800 euro
    L'orologio Audemars Piguet Royal oak frosted gold limited edition 41 mm in oro bianco costa 56.800 euro

    A un anno esatto dalla presentazione del Royal oak frosted gold, Audemars Piguet lancia una limited edition di 200 esemplari, con cassa di 41 millimetri. Dopo le due misure femminili di 33 e 37 millimetri, dunque, l’orologio si affaccia nella ricca collezione maschile Royal oak, sperimentando una nuova declinazione per quello che non è solo il modello più iconico della manifattura di Le Brassus, ma anche il suo bestseller: l’orologio infatti assicura il 70% delle vendite del brand sia con i modelli classici sia con quelli della serie Offshore. Un dato ancora più significativo se lo consideriamo nel contesto positivo dell’andamento della marca, costantemente in crescita nel periodo compreso tra il 2010 e il 2016, con una produzione che si attesta intorno ai 40mila pezzi all’anno (Rapporto Vontobel, aprile 2017).

    È interessante notare anche l’importante contributo dei modelli femminili al successo del Royal oak, che incidono con una percentuale di circa il 30%; d’altra parte, la storia di questo modello racconta che il primo Royal oak da donna fu presentato nel 1976, solo quattro anni dopo il lancio del modello da uomo disegnato da Gérald Genta, e quindi che la fortuna dell’orologio, all’epoca fortemente innovativo e anticipatore di un nuovo concetto di lusso, è il frutto di interpretazioni diverse, spesso anche molto lontane tra di loro. Nei suoi 45 anni di storia, insomma, pur restando uguale a sé stesso, il Royal oak è stato reinventato tante volte: da modello-icona del design degli anni Settanta a collezione che annovera al suo interno modelli classici da uomo e da donna, cronografi, grandi complicazioni ed esemplari di gioielleria, fino ad arrivare agli sportivissimi Offshore.

    In occasione dei 40 anni del primo Royal oak da donna, lo scorso anno, è infine entrato in questa grande famiglia il Royal oak frosted gold. Al centro del progetto la collaborazione con Carolina Bucci, designer di gioielli che ha messo a disposizione della manifattura di Le Brassus la sua perfetta padronanza della tecnica della diamantatura fiorentina: con l’ausilio di un utensile dalla punta di diamante, la superficie dell’oro viene martellata per creare dei minuscoli incavi superficiali, sufficienti però a donare al metallo uno scintillìo simile a quello delle pietre preziose. La sfida è stata quella di applicare la tecnica appena descritta alla cassa e al bracciale dell’orologio, conservandone intatti il design e la purezza delle linee, che costituiscono da sempre la forza espressiva del Royal oak. Il modello è stato quindi realizzato in due misure di cassa e in due versioni, in oro bianco e in oro rosa 18 carati, per intepretare al meglio i gusti del pubblico femminile.

    Oggi, a un anno di distanza da quel lancio, il successo dei modelli da donna ha evidentemente incoraggiato Audemars Piguet a realizzare una serie esclusiva di Royal oak frosted gold dedicata al pubblico maschile. Naturalmente la tecnica orafa è la stessa, mentre la cassa si presenta nella consueta misura da uomo di 41 millimetri.

    Per ciò che riguarda il materiale, la scelta è caduta sull’oro bianco 18 carati, utilizzato sia per la cassa sia per il bracciale; il quadrante è blu, inconfondibile nella sua lavorazione con motivo Grande tapisserie, con indici delle ore applicati e lancette Royal oak in oro bianco con rivestimento luminescente. L’orologio è dotato di doppio vetro zaffiro e di corona avvitata, con un’impermeabilità pari a 50 metri. Adotta un movimento meccanico a carica automatica con lancetta centrale dei secondi e data.

    © Riproduzione riservata