Impresa & Territori

Dossier Girard-Perregaux punta sul Laureato

    Dossier | N. 48 articoliRapporto Orologi

    Girard-Perregaux punta sul Laureato

    Il Laureato con cassa da 42 mm, quadrante blu Clous de Paris e bracciale in acciaio.
    Il Laureato con cassa da 42 mm, quadrante blu Clous de Paris e bracciale in acciaio.

    Guidare un marchio con 226 anni di storia è una grande responsabilità. Ne sa qualcosa il Ceo di Girard-Perregaux Antonio Calce che nel 2015, anno in cui si è insediato, ha avviato una “rivoluzione gentile” che mira a portare la maison orologiera svizzera nel futuro. La strategia di riposizionamento del marchio ha coinvolto innanzitutto il prodotto, razionalizzato in famiglie di orologi declinati in differenti versioni e materiali. Non più solo oro, quindi, per il marchio di La-Chaux-de-Fonds che offre ora modelli in acciaio nella fascia di prezzo che va dai 5mila ai 10mila euro. In soli due anni la nuova politica del marchio ha portato risultati, soprattutto sul mercato italiano, dove Girard-Perregaux continua la performance positiva, anche grazie alla partnership con 15 nuovi concessionari.

    «Per dare a Girard-Perregaux il senso di esclusività è molto importante lavorare con concessionari affezionati che poi sono i nostri veri ambasciatori - dichiara al Sole 24 Ore Antonio Calce -. In questo contesto, la collezione Il laureato ha avuto un’accoglienza estremamente positiva e ci ha permesso di conquistare la fiducia di nuovi e prestigiosi punti vendita in Italia e nel mondo. L’Italia è un’area di riferimento per Girard-Perregaux».

    Il Laureato, appunto. Ispirandosi al modello iconico del 1975, la maison di La-Chaux-de-Fonds ha creato una collezione di orologi che combina design innovativo, attenzione al dettaglio e prestazioni eccellenti. Dotata di complicazioni d’alta orologeria, movimenti automatici o al quarzo, vestita di casse disponibili in quattro misure e nelle versioni d’acciaio, oro, acciaio e oro o con elementi di titanio, la linea Laureato non è mai stata così ampia ed eterogenea. Con quasi 30 referenze, questa leggenda dell’orologeria è oggi all’altezza del suo potenziale. Il modello che meglio ha incontrato il gusto del pubblico italiano è senza dubbio quello maschile, con cassa in acciaio da 42 millimetri e quadrante blu con lavorazione Clous de Paris, abbinabile a un bracciale in acciaio o a un cinturino in alligatore. Sportiva ed elegante al tempo stesso, questa versione del Laureato è equipaggiata con il movimento di manifattura GP01800, progettato e realizzato nella manifattura di La-Chaux-de-Fonds.

    Le origini del marchio Girard-Perregaux risalgono al 1791. La storia della maison è caratterizzata da orologi leggendari che hanno saputo fondere perfettamente design e artigianato innovativo, orologi come il Tourbillon con Tre Ponti d’Oro, presentato da Constant Girard-Perregaux all’Esposizione universale di Parigi del 1889 e vincitore della medaglia d’oro. Il marchio, titolare di oltre 80 brevetti registrati, è da sempre votato alla creazione di complicazioni d’alta orologeria ancora oggi realizzate nella manifattura di La-Chaux-de-Fonds, considerata tra i migliori esempi al mondo di architettura Art noveau. Il marchio Girard-Perregaux fa parte del gruppo Kering, leader mondiale della moda e degli accessori, che controlla importanti brand del settore lusso, sport e lifestyle.

    © Riproduzione riservata