Economia

Un premio alle azioni di sistema

  • Abbonati
  • Accedi
territorio

Un premio alle azioni di sistema

Museo Civico di Palazzo Chiericati, a Vicenza
Museo Civico di Palazzo Chiericati, a Vicenza

Le mail sono gia partite, destinate a 2.500 «portatori di interesse»: imprese, fondazioni, enti, associazioni e comitati che abbiano sede legale nelle province di Verona, Vicenza, Belluno, Mantova e Ancona. Le risposte – ovvero le proposte di aree, realtà o progetti che meritano attenzione e sostegno – dovranno pervenire entro il 25 gennaio prossimo. Dopodiché Fondazione Cariverona comincerà a scrivere il bando «Valore» (per la valorizzazione dei territori), che rappresenta una delle iniziative più importanti per l’anno che si è appena aperto. L’obiettivo e pubblicare il bando entro giugno: 5 milioni da destinare alle idee migliori.

«Senza preconcetti – spiega il direttore generale della Fondazione, Giacomo Marino –. Il criterio di assegnazione sarà quello della meritocrazia e della trasversalità tra i settori». Il concetto di trasversalità, che caratterizza tutta la programmazione 2018 della Fondazione (e più in generale, la programmazione per il triennio 2017-2019) è particolarmente rilevante in questo progetto, che trova collocazione all’interno del Fondo per le iniziative dirette, il cui importo complessivo (9,4 milioni di euro) è stato potenziato quest’anno (nel 2017 ammontava a 1,8 milioni).

La fase di ascolto del territorio è partita lo scorso dicembre, con riunioni di confronto in tutte e cinque le province interessate. «Vogliamo capire bene quello che è stato fatto in questi anni – prosegue Marino –: quali realtà si sono dimostrate capaci di realizzare azioni utili ed efficaci nel rispondere ai bisogni del territorio; quali meritano di essere stimolate e sostenute, o viceversa dirottate su ambiti diversi. Quali possono essere spinte a fare rete».

La logica, ancora una volta, è creare azioni di sistema, che interessino tutti i macro-settori in cui opera la Fondazione e, possibilmente, trovare strada facendo altri “compagni di viaggio” intenzionati a impegnarsi per la realizzazione dei progetti.

© Riproduzione riservata