Impresa & Territori

All’italiano Giorgio Sbrissa la presidenza dell’EVTA

Formazione

All’italiano Giorgio Sbrissa la presidenza dell’EVTA

È stata affidata all’italiano Giorgio Sbrissa la presidenza dell’EVTA (European Vocational Training Association), l’ente non profit che rappresenta le principali società europee di formazione professionale e che vede tra i soci fondatori l’Enaip. Sbrissa, amministratore delegato di Enaip Veneto e delegato per EnaipNet allo sviluppo dei progetti e dell’area internazionale, succede a Christophe Donon, direttore generale di Afpa, ente francese per la formazione, e sarà affiancato nel suo mandato da Thiemo Fojkar, ceo di Ib, tra i maggiori fornitori di lavoro giovanile della Germania, e presidente di Evbb, l’European association of institutes for vocational training di Bruxelles.

L’EVTA è una delle più grandi reti europee di istruzione e formazione professionale di cui fanno parte i maggiori organismi nazionali, sia pubblici sia privati, di 16 Paesi dell’Unione Europea. Con sede a Bruxelles, conta 14 membri effettivi, 7 reti partner, tutti operanti a livello nazionale nel settore della formazione professionale e dell’impiego. L’ente fornisce risposte sulle soluzioni del mercato del lavoro, opera come rappresentante di interessi presso le istituzioni europee e rappresenta un network di enti che assistono nelle sfide della crescita in ambito comunitario, in coesione con le politiche economiche della Commissione Europea nei settori della formazione professionale e permanente, con particolare attenzione all’aggiornamento delle competenze dei lavoratori.

Dagli anni Novanta, Enaip ha sviluppato progetti importanti con la rete dei partner presenti in EVTA. Tra i più recenti, nel novembre 2017 la Vet Week, Settimana Europea della Formazione Professionale, rassegna di eventi e manifestazioni svoltesi in tutta Europa per valorizzare la formazione professionale; e il Meeting di Malta dell’ottobre 2017 che ha focalizzato l’attenzione dei partecipanti sulle questioni di importanza cruciale per i player del settore della formazione del mercato del lavoro .

Importanti anche le iniziative che fanno capo a EnaipNet: nato da pochi mesi, il network per la cooperazione internazionale formato dall’Enaip nazionale e dalle diramanzioni di Lombardia, Piemonte, Emilia Romanga, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, interviene sui settori della meccatronica, elettromeccanica, ristorazione e turismo, marketing, informatica, beni culturali, tra gli altri. Lavora sui programmi europei Erasmus +, Centrale Europe, Interreg Italia-Austria, Interreg Italia-Croazia, Interreg Italia-Slovenia, Alpine Space, Life.

« In questo mio incarico - ha detto il neo presidente EVTA Sbrissa, 52 anni, originario di Padova – lavorerò fianco a fianco con un board che rappresenta il meglio dei progetti formativi d’Europa. Sono molto orgoglioso che ad Enaip venga riconosciuto un ruolo di eccellenza pari agli omologhi europei, a testimonianza che il lavoro svolto in questi anni è stato nella giusta direzione».

© Riproduzione riservata