Impresa & Territori

Ventis sbarca negli Usa e negli Emirati per farsi strada tra i giganti…

  • Abbonati
  • Accedi
start up

Ventis sbarca negli Usa e negli Emirati per farsi strada tra i giganti dell’ecommerce

In soli due anni ha aggregato più di 1.500 piccole imprese nei settori della moda, dell’arredamento e dell’enogastronomia aprendo loro il mercato globale con le vendite online. Ora Ventis, start up nata a Rimini nel 2015 conta 800mila clienti in Italia e si prepara a sbarcare negli Usa e negli Emirati Arabi per farsi strada tra i giganti internazionali dell’e-commerce proponendo eccellenze del made in Italy prodotte da realtà imprenditoriali di piccole e medie dimensioni.

L’ingresso negli Usa e nel mercato arabo, con l’apertura di due nuove sedi a New York e a Dubai, avviene grazie alla partnership con Discover, terzo network mondiale di carte di credito, con 45 milioni di clienti nella sola America del Nord. Un’alleanza che si è realizzata attraverso il gruppo bancario Iccrea, che supporta gli istituti di credito cooperativo. Iccrea ha infatti acquisito nel 2016 il 95% di Ventis. Una operazione con la quale la start up, lanciata da quattro giovani imprenditori di età compresa tra i 30 e i 40 anni, è diventata una impresa di e-commerce al servizio anche delle micro e delle piccole imprese che costituiscono la clientela del circuito bancario delle Bcc e che non hanno una struttura adeguata a dotarsi autonomamente di canali di vendita online.

«Anche se tra le imprese che operano con noi ci sono già aziende con brand affermati nel campo della moda come Orciani e Piquadro», spiega Steven Muccioli, uno dei soci fondatori di Ventis. «Noi curiamo tutto il processo di digitalizzazione e il progetto di vendita online – prosegue Muccioli - e adesso siamo pronti per l’espansione all’estero dove trasferiremo il format realizzato, per la vendita dei prodotti made in Italy, avvalendoci dei partner internazionali di Iccrea».

La start up ha già bruciato molte tappe. Due anni fa aveva quattro dipendenti, oggi ne conta una quarantina. Mentre il fatturato stimato per il 2018 è di 5 milioni di euro. «Per noi Ventis risponde a una logica di banca aperta che fornisce servizi ad ampio raggio alle piccole aziende nostre clienti: siamo già riusciti a metterne online un migliaio», dice Antonio Galiano, direttore Monetica del gruppo Iccrea. «Adesso il progetto di market place è strategico per la crescita delle banche di credito cooperativo», aggiunge Galiano. Tra le imprese che operano con Ventis ci sono anche numerose cooperative che coltivano i terreni confiscati alla mafia.

© Riproduzione riservata