Economia

La Fluorsid del patron del Cagliari calcio fa shopping in Inghilterra

  • Abbonati
  • Accedi
materie prime

La Fluorsid del patron del Cagliari calcio fa shopping in Inghilterra

(Ansa)
(Ansa)

Fluorsidgroup compra in Inghilterra. Il gruppo industriale che fa capo al patron del Cagliari Tommaso Giulini, e uno dei dei principali player mondiali nella produzione e nella lavorazione di fluoroderivati, componenti primari per l’industria dell’alluminio, dell’acciaio e dell’edilizia, ha acquisito la Active Metals, società di diritto inglese specializzata nel trading di materie prime, attraverso la società del gruppo di diritto svizzero Mimeta S.A.
Un’operazione (a seguire le diverse fasi la LegisLAB, con il team guidato dai partner Alberto Porzio e Piergiorgio Mancone supportato dallo studio legale Gozzoli, con la name partner Cecilia Gozzoli, che ha curato gli aspetti di diritto inglese) che, assicurano dall’azienda, «rafforza la sua presenza nel trading di materie prime».

Il gruppo, fondato nel 1969 opera attraverso il «coordinamento e la direzione di sei società in un'ottica di integrazione nell’ambito della chimica del fluoro, nel settore minerario e dei metalli». Nell’ottobre del 2016 la Fluorsid spa, appartenente al gruppo impegnato in quattro principali aree di attività (chemical, mining, trading e manufacturing) aveva raggiunto un accordo con la Boliden, multinazionale scandinava operante nel settore dei metalli e dei minerali per l’acquisizione a 12,5 milioni di euro della società Noralf, attiva nei mercati del fluoruro di alluminio e dell’anidrite sintetica. L’ultima operazione, come fanno sapere dal gruppo, «rafforza la leadership nel mercato del floruro di alluminio potenziando la presenza sui clienti del nord Europa». Un intervento che segue il percorso tracciato dal gruppo che, come si legge anche sul sito Il gruppo, come si legge nel profilo ufficiale «è impegnato costantemente per sviluppare la presenza sui mercati internazionali gestendo in modo integrato il ciclo produttivo delle lavorazioni – dall'estrazione alla commercializzazione - per garantire i massimi livelli di qualità dei prodotti, affidabilità dei servizi e controllo dei costi».

© Riproduzione riservata